Me

A Roma nessuno lo sa, ma il treno è un’ottima alternativa all’auto

Di TPI
Pubblicato il 29 Mag. 2019 alle 16:03 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:18
Immagine di copertina

Roma trasporti treno alternativa auto

In treno da San Pietro alla Tuscolana? 16 minuti, contro i 30 minuti in auto negli orari di punta. Da Magliana a Tiburtina? 29 minuti contro 45. Da Monte Mario (Roma nord) a Ostiense (Roma sud)? 25 minuti contro, anche in questo caso, 45. Non stiamo parlando di progetti futuri per la mobilità capitolina ma di un’opportunità concreta che ancora oggi a Roma in pochi conoscono.

Se alle tre linee metro presenti si aggiungono i tracciati urbani dei treni regionali la mappa del trasporto cittadino su rotaia si rivoluziona e i tempi si dimezzano. 28 stazioni ferroviarie dentro al Grande Raccordo Anulare che incontrano la metro A o B in 5 casi, permettendo anche uno scambio veloce tra ferrovia e metro. E se a queste possibilità si aggiungono anche le linee secondarie Roma-Lido, Roma-Giardinetti o Roma-Viterbo la mappa diventa irriconoscibile per chi pensa che Roma sia praticamente sprovvista di un buon sistema di mobilità su rotaia. Venendo da fuori Roma si può anche evitare il traffico cittadino decidendo di lasciare la macchina in un qualsiasi parcheggio a ridosso di molte delle stazioni ferroviarie più vicine al raccordo e poi salire a bordo di un treno.

Il costo? Qualsiasi spostamento da stazione a stazione con un treno regionale costa 1 solo euro all’interno del GRA. Ma se si ha già in tasca un abbonamento ATAC o un biglietto ATAC timbrato e ancora valido si può viaggiare senza dover acquistare un altro biglietto.

Il treno in moltissimi casi è un’ottima alternativa all’auto per gli spostamenti cittadini: una scelta ecologica, che non stressa e che risolve anche il dilemma se si troverà parcheggio quando si arriva a destinazione.

Provare per credere!

treno alternativa auto roma

Aran, il “Greta” italiano a TPI: “Ogni venerdì scendo in piazza per difendere Madre Terra”

Il discorso di Greta Thunberg a Roma: “Prepariamoci a lottare per anni per il clima”