Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:17
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Ursula von der Leyen a Conte: “Superiamo le divisioni, la Ue vuole un’Italia forte”

Immagine di copertina

Prima del pranzo di lavoro con la neo presidente della Commissione Ue, il premier ha ribadito che l'Italia "rivendicherà un portafoglio di primo piano"

Ursula von der Leyen a Roma: incontro con Conte

La presidente eletta della Commissione Ue Ursula von der Leyen oggi, venerdì 2 agosto 2019, è a Roma per incontrare il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. L’ex ministra della Difesa tedesca in queste settimane si sta recando in diversi Paesi dell’Unione Europea per un dialogo con i capi di Stato e di governo, per preparare il programma della sua Commissione e la composizione del suo collegio, che vorrebbe essere formato per la metà da donne. Dopo essersi recata a Berlino, Parigi, Varsavia e Madrid, ora tocca all’Italia.

Il programma della visita a Roma prevede per le ore 12 un incontro con il premier per una colazione di lavoro a Palazzo Chigi. Ursula von der Leyen è arrivata all’aeroporto di Fiumicino intorno alle ore 9.30 con un volo di linea da Bruxelles.

Prima del pranzo di lavoro i due hanno rilasciato delle dichiarazioni congiunge alla stampa.

Il presidente del Consiglio ha accolto la von der Leyen ribadendo la necessità di soluzioni concrete che permettano ai cittadini di riavvicinarsi alla Ue. Dal canto suo, l’ex ministra della Difesa tedesca ha sottolineato la necessità di superare le divisioni perché “La Ue vuole un’Italia forte”.

Come già anticipato in alcune interviste, poi, von der Leyen ha dichiarato che proporrà un nuovo patto per le migrazioni.

Ursula von der Leyen a Roma: il nodo del commissario italiano

Nell’incontro con il premier Conte è previsto anche un confronto sul portafoglio, il posto da Commissario Europeo, da assegnare all’Italia. Stando a quanto garantito allo stesso Conte in occasione del vertice del 2 luglio che sbloccò il pacchetto di nomine, anche grazie al “suo contributo attivo”, come sottolineò alla fine del summit a Bruxelles, l’Italia si aspetta un portafoglio economico di “primaria importanza”. Concetto ribadito da Conte durante le dichiarazioni congiunte: “Rivendichiamo portafoglio economico” ha affermato il premier.

Ma sulla vicenda si è esposto anche il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il leader della Lega ha fatto sapere che indicherà al premier il nome di “qualcuno che ha esperienza di governo, che si occupi di dossier economici, di vita reale, commercio, industria, concorrenza” e che potrebbe anche essere un esponente del governo.

Circola in queste ore il nome del viceministro dell’Economia Massimo Garavaglia, ma c’è anche chi ipotizza un ritorno in pista del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, il numero due del Carroccio, che ha già ufficializzato il suo no al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Nell’incontro con von der Leyen Conte alla presidente eletta della Commissione Europea potrebbe ribadire cosa il governo italiano si aspetta dalla nuova Commissione Ue, dopo le indicazioni che lei stessa ha dato nel suo discorso al Parlamento Ue del 16 luglio scorso. In quell’intervento von der Leyen parlò dell’obiettivo di un salario minimo, garanzia giovani, lotta alla disoccupazione, cambiamenti climatici. “Voglio garantire che in un’economia sociale di mercato ogni persona che lavora a tempo pieno possa avere un salario minimo che garantisca una vita dignitosa”, è stato uno dei passaggi del discorso all’europarlamento.

Ti potrebbe interessare
Politica / Armi all’Ucraina, il governo si prepara a prorogare le forniture fino a fine 2023: confermata la linea Draghi
Cronaca / Caso Soumahoro, finita l’ispezione alla cooperativa Karibu. Il ministro Urso: ”Sarà messa in liquidazione”
Politica / Decreto anti rave, il governo riscrive la norma: escluse le manifestazioni
Ti potrebbe interessare
Politica / Armi all’Ucraina, il governo si prepara a prorogare le forniture fino a fine 2023: confermata la linea Draghi
Cronaca / Caso Soumahoro, finita l’ispezione alla cooperativa Karibu. Il ministro Urso: ”Sarà messa in liquidazione”
Politica / Decreto anti rave, il governo riscrive la norma: escluse le manifestazioni
Politica / Armi all’Ucraina, il governo ritira l’emendamento ma incassa l’ok del Pd per il decreto
Politica / Pd, Elly Schlein verso la candidatura alla segreteria: “Costruiamo una nuova strada”
Politica / Cartabianca, lite tra Orsini e Lupi in diretta tv: “Lei deve portare rispetto”
Politica / Ponte sullo stretto, Salvini: “Pericolo per gli uccelli? Non sono scemi, lo eviteranno”
Politica / Calenda vede Meloni: “Premier preparata, Fi la aiuti invece di sabotarla”. Gli azzurri: “Lui irrilevante”
Politica / Proroga al 2023 delle armi all’Ucraina, la maggioranza ritira emendamento: si procederà per decreto
Politica / Ischia, dietrofront di Pichetto: “Non ce l’avevo con i sindaci. La mia dichiarazione di ieri è stata un po’ forte”