Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:27
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Un’ università di Londra annulla la presentazione del libro di Salvini dell’editore Altaforte: “Discriminatorio”

Immagine di copertina

La Metropolitan University di Londra annulla la presentazione del libro di Salvini pubblicato da Altaforte

La Metropolitan University di Londra ha deciso di annullare la presentazione del libro-intervista pubblicato dall’editore Altaforte in cui il leader della Lega Matteo Salvini si racconta alla giornalista Chiara Giannini. “Contrasta con politica antidiscriminazione”, così ha commentato una portavoce dell’Università.

La presentazione del libro era prevista per giovedì pomeriggio alle 18 ma poco prima dell’inizio è arrivato il no dell’Ateneo londinese. È la seconda volta che l’editore Altaforte viene escluso da eventi culturali. A febbraio scorso il Salone del Libro di Torino l’aveva espulsa dalla manifestazione dopo la protesta di scrittori e intellettuali. Per motivi politici molti autori si erano rifiutati di partecipare al Salone se fosse stata presente anche Altaforte. L’editore è infatti considerato vicino al movimento di estrema destra di CasaPound.

Le dichiarazioni dell’autrice del libro-intervista a Salvini

L’autrice del libro dopo aver appreso la notizia ha espresso ad Adnkronos tutto il suo disappunto: “I ragazzi della Lega nel mondo e dell’associazione locale di ragazzi italiani ‘The Vortex Londinium’ avevano organizzato la presentazione del libro per oggi in una sala della London Metropolitan University di Londra alla presenza mia e dell’editore Francesco Polacchi.

Sembrava tutto a posto fino a due ore fa, quando una manager dell’università è venuta a dirci che non possiamo presentare il libro perché sostiene che, in base al loro regolamento, non si può presentare un libro che può danneggiare il buon nome dell’università”.

Secondo la giornalista la decisione sarebbe stata presa dopo che l’Università ha saputo che il libro “era stato censurato in Italia”. “Altaforte presenterà una richiesta di risarcimento danni e mi accoderò a questa richiesta di risarcimento. È una cosa vergognosa ed è l’effetto della censura attuata dal Salone del Libro”, ha concluso Giannini.

Altaforte, cos’è la casa editrice vicina a Casapound al centro di una polemica sul Salone del Libro di Torino 2019
Salone del Libro, Altaforte risponde alle polemiche: “Il vero male è l’antifascismo”

 

Ti potrebbe interessare
Politica / Processo Ruby ter: il pm di Milano chiede di condannare a 6 anni Silvio Berlusconi
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Politica / “Chi fa politica mette in conto la prigione”: le lettere dal carcere del giovane Berlinguer
Ti potrebbe interessare
Politica / Processo Ruby ter: il pm di Milano chiede di condannare a 6 anni Silvio Berlusconi
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Politica / “Chi fa politica mette in conto la prigione”: le lettere dal carcere del giovane Berlinguer
Politica / Il discorso del 1969 che consacrò la leadership di Enrico Berlinguer
Politica / Dalla strada sbarrata per il Quirinale all’irrilevanza sulla crisi Ucraina: Draghi ha perso il whatever it takes
Politica / Copisteria Montecitorio: salasso a sei zeri in atti parlamentari
Politica / Scontro tra Salvini e Gelmini sulle critiche a Berlusconi
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”