Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Segre amareggiata per il voto sulla mozione contro l’odio: “Speravo nell’unanimità su questa cosa meravigliosa”

Immagine di copertina

Segre amareggiata per il voto sulla mozione contro l’odio: “Speravo nell’unanimità su questa cosa meravigliosa”

“Io speravo che una cosa che parla di odio, senza categorie, di odio in generale, speravo che tutto il Senato festante per questa cosa meravigliosa avrebbe trovato una sintonia generale”. È il commento di Liliana Segre dopo il voto in Senato sulla mozione per istituire una Commissione straordinaria contro odio e discriminazione.

La mozione, approvata nella serata del 30 ottobre 2019, ha ricevuto 151 voti a favore e 98 astenuti. Gli astenuti sono stati i senatori di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, che sono rimasti seduti durante l’omaggio che il Senato ha rivolto alla reduce della Shoah in seguito all’approvazione della mozione.

La senatrice a vita e sopravvissuta ad Auschwitz ha accolto con dispiacere il fatto che la mozione non sia stata approvata all’unanimità. I partiti di destra hanno giustificato la loro astensione dicendo che la Commissione rappresenta una sorta di limitazione della libertà d’espressione. “Siamo contro razzismo, violenza, odio e antisemitismo senza se e senza ma”, ha detto il senatore e leader del Carroccio Matteo Salvini. “Tuttavia non vorremmo che qualcuno a sinistra spacciasse per razzismo quello che per noi è convinzione e diritto ovvero il ‘prima gli italianì. Siamo al fianco di chi vuole combattere pacificamente idee fuori dal mondo, però non vogliamo bavagli e stato di polizia che ci riportano a Orwell”.

La Commissione straordinaria in Senato ha l’obiettivo di combattere razzismo, antisemitismo e ogni forma di istigazione all’odio.

Dopo l’approvazione, l’Aula l’ha applaudita a lungo, tutti in piedi ed Emma Bonino si è avvicinata e le ha stretto la mano.

Leggi anche:

Omaggio del Senato a Liliana Segre: i senatori del centrodestra rimangono seduti

Arriva il sì del Senato alla Commissione Segre contro razzismo e antisemitismo: Lega e Forza Italia si astengono

Liliana Segre a TPI: “La Commissione razzismo serve per vincere contro gli odiatori seriali”

La Lega non vota a favore della commissione Segre: “Per parificare l’odio antisemita bisogna punire anche la cristanofobia”

Liliana Segre contro gli haters: “Sono persone di cui avere pena”

Ti potrebbe interessare
Politica / Orban elogia Salvini: “È un eroe che è riuscito a fermare i migranti anche in mare”
Politica / L’assembramento dei migliori nel nome di Draghi non è quello che serve all’Italia
Politica / Scontro Di Maio-Gruber: "Per screditarmi mi hanno dato dell'omosessuale". Lei: “Nel 2021 è un discredito?"
Ti potrebbe interessare
Politica / Orban elogia Salvini: “È un eroe che è riuscito a fermare i migranti anche in mare”
Politica / L’assembramento dei migliori nel nome di Draghi non è quello che serve all’Italia
Politica / Scontro Di Maio-Gruber: "Per screditarmi mi hanno dato dell'omosessuale". Lei: “Nel 2021 è un discredito?"
Politica / Ddl Zan, che cos’è la “tagliola” e come funziona la procedura speciale
Politica / Draghi va allo scontro con i sindacati sulla legge di bilancio, possibile sciopero generale
Politica / Ddl Zan, il Senato vota Sì alla “tagliola”: stop alla legge con 154 voti favorevoli a scrutinio segreto
Politica / Matteo Renzi torna da bin Salman in Arabia Saudita nel giorno del voto sul Ddl Zan al Senato
Politica / La parità salariale è legge: il Senato approva all’unanimità
Politica / Giorgetti punta a fare il premier dopo Draghi: il viaggio negli Usa è stato il suo primo esame da leader
Politica / Ddl Zan: “Superare il voto di domani, altrimenti la legge è morta”