Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:18
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Sardine a Napoli, Mattia Santori contestato da precari e disoccupati. Lui se ne va | VIDEO

Momenti di tensione per Mattia Santori, il leader nazionale delle sardine è stato contestato da alcuni disoccupati, precari ed esponenti di Potere al Popolo per la sua vicinanza al Pd

Sardine a Napoli, Santori contestato da precari e disoccupati. Lui se ne va

Le Sardine registrano il primo vero flop per la manifestazione indetta a Napoli.

Circa 150 persone si sono riunite a piazza Dante, a pochi metri dal teatro Augusteo, dove quasi in contemporanea il leader della Lega, Matteo Salvini, ha incontrato i delegati campani del partito.

La scarsa partecipazione alla manifestazione risulta ancora più significativa se paragonata al successo che invece le Sardine avevano ottenuto lo scorso novembre sempre a Napoli.

L’intervista di TPI a Mattia Ciappi: “Tanti altri faranno come me”

Momenti di tensione per Mattia Santori, il leader nazionale delle sardine è stato contestato da alcuni disoccupati, precari ed esponenti di Potere al Popolo per la sua vicinanza al Pd espressa, a loro dire, anche attraverso l’assenza di una critica reale a tanti dei provvedimenti targati pd degli ultimi anni. Santori non ha risposto alle critiche preferendo andare via.

Il palco occupato simbolicamente dai disoccupati e dai lavoratori precari. Come già successo in altre piazze, alcuni rappresentanti dei centri sociali più crudi e puri, hanno letteralmente occupato il palco” – ha affermato Santori.

Il video del Corriere della Sera:

Dopo il momento di difficoltà, Santori ha spiegato alle telecamere: “Non ho avuto uno scambio di idee perché non mi hanno lasciato parlare. Sono cose premeditate e non mi stupisce. Quelli con cui ho parlato io non sono sardine o comunque non hanno capito cosa vuol dire essere sardine”.

“Sono quelli che Salvini chiama sardine ma non lo sono. Dire che noi abbiamo sostenuto il Pd non è vero e non ha senso. Sappiamo che l’80% delle sardine sono deluse dal Pd e dal M5s. Noi non siamo la stampella del Pd e non siamo legati a Bonaccini vita natural durante. Penso che il Jobs Act abbia fatto dei danni e abbia portato anche dei risultati. Ma non sta a noi fare analisi, non è questo il nostro ruolo. Non sono intervenuto dal palco perché non era previsto. Ieri ho detto che sarei intervenuto solo per levarmi di torno i giornalisti”.

“C’è stato un grande lavoro – spiega – da parte delle sardine di Napoli per mettere insieme le tante istanze che ci sono tra lavoratori, sigle sindacali, centri sociali, diverse vertenze. È stato un lavoro certosino per cercare di non scontentare nessuno e qualcuno ha scavalcato questa organizzazione per occupare il palco, ma devo dire che hanno avuto l’effetto opposto perché i lavoratori che sono venuti qua a parlare della loro crisi aziendale sicuro non hanno apprezzato il gesto che questi hanno fatto perché hanno rovinato il messaggio”.

Secondo Santori, c’è qualcuno che ha voluto “strumentalizzare alcune questioni: Benetton, Erasmus, Minniti, Bonaccini” perché “gli fa comodo”.

Leggi anche:

Sardine, Santori alla Whirlpool a Napoli: “Non portiamo soluzioni ma visibilità”

Whirlpool, l’azienda ritira la cessione del sito di Napoli ma in città riprende la protesta

“Lascio le Sardine, ora farò politica nel Pd. E tanti altri faranno come me”

“Cacciato dalle sardine per aver criticato Santori, che si arroga il diritto di dire chi è sardina e chi no. È antidemocratico”

Sardine, il sociologo De Masi a TPI: “L’Erasmus tra Nord e Sud è geniale, può unire di nuovo l’Italia”

Care Sardine, ma quale Erasmus? Sulla sofferenza del Sud non si scherza

“Io sono Mattia: eravamo 6mila e ora siamo 200mila. Noi Sardine da tutt’Italia salveremo i giovani e sconfiggeremo l’odio di Salvini”

Sardine, il leader della scissione di Roma a TPI: “Ci sono degli squali che possono rovinare il movimento”

Ti potrebbe interessare
Politica / La lista della Lega esclusa dalle comunali a Napoli: il Consiglio di Stato conferma la decisione
Politica / "Bertolaso vice di Calenda? Forza Italia vuole lasciare Michetti e guarda al candidato di Azione" (di M. Antonellis)
Politica / Conte a TPI: “Abolire il reddito di cittadinanza? Devono passare sul mio cadavere”
Ti potrebbe interessare
Politica / La lista della Lega esclusa dalle comunali a Napoli: il Consiglio di Stato conferma la decisione
Politica / "Bertolaso vice di Calenda? Forza Italia vuole lasciare Michetti e guarda al candidato di Azione" (di M. Antonellis)
Politica / Conte a TPI: “Abolire il reddito di cittadinanza? Devono passare sul mio cadavere”
Politica / Il marito di Casellati inseguito dal Fisco per 145mila euro di Ici non pagata: la storia sul settimanale di TPI
Politica / Il governo pensa a uno stanziamento di 3 miliardi per limitare l’aumento delle bollette
Politica / M5S: Di Maio, Raggi e Fico in lizza per il comitato di garanzia di Conte
Politica / Roma, il candidato sindaco Roberto Gualtieri suona "Estate" in una jam session con tre musicisti
Politica / Candidata di Forza Italia al municipio e segretaria del ministro Franco al Mef: la doppia carica di Serena Piccardi
Politica / Il Governo ora vuole limitare l’aumento delle bollette: le misure allo studio
Politica / Il governo frena sull’obbligo vaccinale: Draghi non vuole rompere con Salvini per non perdere il Quirinale