Covid ultime 24h
casi +11.629
deceduti +299
tamponi +216.211
terapie intensive +14

Sardine in piazza a Cosenza, è la prima volta in Calabria: presente anche Brunori Sas

Di Giovanni Vulcano
Pubblicato il 1 Dic. 2019 alle 11:43 Aggiornato il 1 Dic. 2019 alle 11:49
15k
Immagine di copertina

Sardine: flash mob a Cosenza, è la prima volta in Calabria | VIDEO

Le Sardine calabresi si sono date appuntamento sabato 30 novembre a Cosenza in piazza Santa Teresa, tradizionale luogo d’incontro dei giovani nel capoluogo bruzio. L’idea di dar vita a questo evento è nata qualche giorno fa ed è stata condivisa sul gruppo Facebook “6000 Sardine a Cosenza – La Calabria non si lega”.

Il gruppo delle sardine calabresi è nato un paio di settimane fa ed al momento conta più di 5400 membri. Intorno alle 19 la piazza di Cosenza ha iniziato a riempirsi di Sardine di ogni età e provenienti da tutte le province calabresi. In sottofondo le note di A mano a mano di Rino Gaetano.

Quando la piazza è ormai gremita a prendere la parola è Ilaria Nocito, uno degli amministratori del gruppo Facebook: “Siamo qui ora per lanciare un unico messaggio: sguazziamo fuori da questo sporco acquario di odio e d’intolleranza e gettiamoci nel nostro meraviglioso mare blu fatto di fratellanza e amore. E tutti insieme dimostriamo che fratellanza e amore sono possibili in questo mondo e in questa terra”.

Gli interventi dei ragazzi si susseguono, prende la parola anche la Dottoressa Donatella Loprieno del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Cosenza: “Il male di questo Paese sono quelli della mia generazione e quelli ancora più grandi, i vecchi babbioni, che avrebbero voluto trasformare il mondo ma che non solo non l’hanno trasformato ma l’hanno reso un luogo peggiore. Fino a quando ci sarà qualcuno che leggerà la Costituzione e la prenderà sul serio noi saremo in salvo…l’ANPI c’è, la Resistenza c’è stata e ci sarà ancora” dice a gran voce la ricercatrice dell’UNICAL”.

Tanto entusiasmo e partecipazione, s’intona Bella Ciao e ci si tiene per mano. Alla fine della manifestazione, alla quale ha preso parte anche il cantautore cosentino Dario Brunori in arte Brunori Sas, le Sardine salutano la città al grido di “Cosenza è libera, resistente, antifascista. Cosenza non si lega”.

Leggi anche:

“Io sono Mattia: eravamo 6mila e ora siamo 200mila. Noi Sardine da tutt’Italia salveremo i giovani e sconfiggeremo l’odio di Salvini”. L’intervista del direttore di TPI Giulio Gambino a Mattia Santori, l’ideatore del movimento delle Sardine

Sardine a Napoli, l’organizzatore a TPI: “Noi contro la violenza del messaggio di Salvini” | VIDEO

Chi è Mattia Santori, l’ideatore del movimento delle Sardine

Sardine a Parma, l’organizzatrice Joy Olayanju a TPI: “Siamo noi il futuro e diciamo basta all’odio” | VIDEO

Le ‘6000 sardine di Amsterdam’ a TPI: “Faremo rete in tutta Europa contro sovranismo e razzismo”

15k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.