Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

La Lega: “Minacce a Salvini dalle Brigate Rosse”. Ma la stella sullo striscione è quella dei partigiani

Di Luca Serafini
Pubblicato il 25 Apr. 2019 alle 18:07 Aggiornato il 25 Apr. 2019 alle 18:13
0
Immagine di copertina

Clamorosa gaffe di alcuni esponenti della Lega nel giorno delle celebrazioni per la Liberazione dal nazifascismo.

I vertici liguri del Carroccio hanno condiviso sui social una foto con uno striscione su cui era scritto: “Salvini attento ancora fischia il vento. Onore alla resistenza”. Sullo striscione campeggiava anche una stella a cinque punte.

Il capogruppo della Lega Nord in Liguria, Franco Senarega, ha scambiato il simbolo dei partigiani garibaldini con quello delle Brigate Rosse, commentando: “I democratici seminano odio. Non ci fate paura, ci fate solo pena. I carabinieri hanno rimosso lo striscione. Sul posto sono intervenuti anche gli investigatori della Digos che hanno avviato un’indagine per risalire ai responsabili”.

Lo stesso vicepremier Matteo Salvini ha intrepretato quel messaggio come una minaccia terroristica, e ha condiviso l’immagine su Facebook commentando: “Sinceri ‘democratici’ mi minacciano in Liguria… Non mi fate paura, mi fate pena!”

Il commento di C. Matteini: La destra che disonora il 25 aprile ci insegna una cosa: il fascismo è tornato perché lo abbiamo tollerato

Celebrazioni 25 aprile, Mattarella: “Festeggiamo il ritorno alla libertà”

Il Comune di Sarno revoca la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini

25 aprile, Camilleri attacca Salvini: “È l’esempio lampante della mentalità fascista”

Il 25 aprile di Liliana Segre: “Festeggiatelo, perché chi ignora il passato non oppone resistenza”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.