Covid ultime 24h
casi +13.571
deceduti +524
tamponi +279.762
terapie intensive -26

Salvini risponde a Bossi sul Sud: “Qualcuno nel partito è fermo al passato, io guardo al futuro”

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 23 Dic. 2019 alle 09:25 Aggiornato il 23 Dic. 2019 alle 13:12
382
Immagine di copertina

Salvini risponde a Bossi sul Sud: “Qualcuno nel partito è fermo al passato”

Salvini risponde a Bossi sul Sud. “Se qualcuno pensa che ci sia una parte del Paese che merita meno dell’altra ha sbagliato. Qualcuno è fermo al passato. Solo uniti si vince”.

Dopo il discorso di Umberto Bossi al Congresso della Lega, al quale il ‘Senatùr’ aveva parlato dei meridionali e del rischio straripamento verso nord, Matteo Salvini risponde cercando di mettere a tacere le polemiche sollevate dalle parole dello storico leader padano.

Così il leader Salvini va in diretta su Facebook e sottolinea l’importanza dell’attenzione politica al Sud come al Nord.

“Non ritenevo giusto che la Lega si occupasse solo di una parte di Paese e che si occupasse di risolvere i problemi solo di una parte del Paese, l’Italia vince tutta insieme, da nord a sud nel nome del merito, dell’autonomia, della responsabilità ma unendosi. L’Italia deve offrire prospettive di lavoro ai giovani emiliani e ai giovani calabresi. Qualcuno è fermo al passato, io guardo al futuro”.

“Mi sembra giusto aiutare il Sud altrimenti straripano come l’Africa”. Aveva detto Umberto Bossi, intervenendo al Congresso della Lega. Per il fondatore del Carroccio, “la nostra gente del Nord deve vivere tranquillamente e pagare meno residuo fiscale di 100 miliardi di euro”.

Al termine del congresso federale che ha mandato in pensione la Lega Nord e ha dato vita al partito nazionale, le parole pronunciate da Umberto Bossi avevano acceso una polemica dai toni bollenti: dal Partito democratico al Movimento 5 Stelle, sono state nuovamente rintuzzate con diversi politici che hanno chiamato in causa anche Matteo Salvini chiedendogli di prendere apertamente le distanze dal Senatùr. E, durante una diretta su Facebook, il leader del Carroccio li ha zittiti tutti quanti con una battuta.

Davide Crippa, capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera, ha parlato di parole “inqualificabili, vergognose e offensive” che, a suo dire, “mostrano tutta la vera natura della Lega”.

La Lega diventa un partito nazionale, Bossi al congresso: “Nessun funerale, la Lega Nord serve ancora” (di Charlotte Matteini)

382
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.