Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:45
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Quirinale, l’ultima trovata del Partito democratico: nominare Draghi senatore a vita

Immagine di copertina
Credit: ANSA/GIUSEPPE LAMI

Dopo lo “schiaffo di Mattarella” il Pd non smette ancora di brigare per tentare di rientrare al centro del gioco politico in vista della grande corsa per il Quirinale.

Stavolta, l’ultima brillante idea partorita dalle fervide menti del Nazareno è quella di dare il “laticlavio” a Mario Draghi, ovvero di metterlo in sicurezza (o se preferite in salvezza) in nome dell’Italia e dell’Europa nominandolo senatore a vita, qualora non riuscisse a farsi eleggere presidente della Repubblica e non volesse più fare il presidente del Consiglio.

Un modo come un altro per proporgli il più tradizionale dei “paracadute” e tenerselo buono, magari a scopi futuri. “Abbiamo un governo che per la sua ampiezza ha anche una sua fragilità, non vorrei che scoprissimo tutti e due gli ‘altari’: Draghi non viene eletto presidente e rischia di stare su un governo che dura poco, con Draghi tolto da tutti i ruoli della politica italiana”, ha spiegato oggi Goffredo Bettini, l’eterno stratega Pd.

Anche nel caso del laticlavio però, come per la “genialata” del ddl Zanda, non mancano problemi. Anche qui i dem rischiano di prendere il due di picche, non da Sergio Mattarella stavolta bensì da Mario Draghi. Già, perché l’ex presidente della Banca centrale europea di fare il senatore a vita “modello Mario Monti” (uno che predicava precarietà per gli italiani salvo poi blindarsi con seggio e stipendio fino alla fine dei giorni) non ne ha nessuna voglia.

Chi ha potuto sondare in questi ultimi giorni l’umore dell’inquilino di palazzo Chigi (già molto irritato di suo per lo sciopero proclamato dai sindacati) ha capito che la cosa non fa per lui. Anzi, che non gli interessa proprio.

Due sono i motivi: il primo, a quanto spiegano fonti vicinissime al premier, è che non ha nessuna intenzione di diventare un “poltronista”. Il secondo è che il diretto interessato punta molto più in alto, al Quirinale, e non avrebbe alcun interesse né bisogno di “consolarsi con l’aglietto”. Oltretutto proposte del genere in questo momento non fanno altro che indebolire la sua corsa per il Colle. Insomma, i dem dopo lo “schiaffo di Mattarella” rischiano di beccarsi anche lo “schiaffo di Mario Draghi”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, Draghi lavora alla sua candidatura e avvia le “consultazioni” per il suo successore: Colao tra i favoriti
Cronaca / Vertice del centrosinistra sul Quirinale, Letta: “Nessuna intesa sui nomi, ne parleremo con il centrodestra”
Cronaca / Beppe Grillo, l’accusa della procura: “Ha veicolato le richieste di Moby ai politici”. Le pressioni in chat a Toninelli
Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, Draghi lavora alla sua candidatura e avvia le “consultazioni” per il suo successore: Colao tra i favoriti
Cronaca / Vertice del centrosinistra sul Quirinale, Letta: “Nessuna intesa sui nomi, ne parleremo con il centrodestra”
Cronaca / Beppe Grillo, l’accusa della procura: “Ha veicolato le richieste di Moby ai politici”. Le pressioni in chat a Toninelli
Politica / Grillo indagato, cosa c’è da sapere sull’inchiesta per traffico di influenze
Politica / Quirinale, Sgarbi: “Berlusconi è triste, l’operazione scoiattolo s’è fermata”
Politica / Salvini: “Penso che Draghi sarà premier anche nei prossimi mesi”
Politica / Imbarazzo al Senato: durante un convegno del M5S sulla Pa spunta un video porno
Politica / Quirinale, Salvini molla Berlusconi: “In arrivo una proposta della Lega per il Colle”
Politica / Scoppia la polemica nel Movimento 5 Stelle dopo le “due strade per il Quirinale” di Bettini
Politica / Quirinale, Bettini a TPI: “Conte prezioso per il Movimento 5 Stelle e per l’Italia”