Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:57
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Maggioranza a tre gambe? Zingaretti boccia la proposta di Bettini: “La pensiamo diversamente”. Mezza apertura da Italia Viva

Immagine di copertina
Nicola Zingaretti e Goffredo Bettini

Nicola Zingaretti e larga parte del Pd bocciano la proposta lanciata sulle colonne de Il Foglio da Goffredo Bettini, padre nobile della sinistra italiana, di ristrutturare la maggioranza di governo su un asse a tre gambe: sinistra, M5S e polo liberale guidato da Renzi. Da Italia Viva arriva invece una mezza apertura.

“Su questo punto con lui non la pensiamo allo stesso modo”, dice chiaro e tondo Zingaretti, che con Bettini è profondamente legato. “Goffredo è una persona libera autonoma e generosa, c’è tra noi un ottimo rapporto e uno scambio continuo di idee”, chiarisce il segretario dem. Tuttavia, “vedo delle ricostruzioni forzate del suo ragionamento”, il Pd è già “la forza del riformismo italiano, incontro tra culture diverse per cambiare il Paese”.

Duro attacco a Bettini, invece, da parte del sindaco di Bergamo, Giorgio Gori: questa proposta, scrive sui social, “seppellisce la vocazione maggioritaria, ripristina il centro-trattino-sinistra, resuscita i Ds e chiede a Renzi di fare il capo della nuova Margherita. Come dire: negli ultimi 13anni, da Veltroni in poi, abbiamo scherzato”.

Anche Andrea Marcucci, capogruppo Pd in Senato, non le manda a dire: intervistato sempre da Il Foglio, afferma che “Bettini sbaglia tutto” perché “con un tratto di penna cancella 13 anni di storia del Pd, per tornare ad uno schema con Ds e Margherita in formato bonsai”. Secondo Marcucci, “la sua idea di fatto porterebbe alla cancellazione del Pd”.  “Io, sono ancora più che convinto che il progetto di Rutelli, Fassino e Veltroni sia ancora valido e contemporaneo dal punto di vista elettorale”, prosegue il senatore dem.

Maurizio Martina, ex segretario reggente del Pd, sottolinea da parte sua “forti punti di dissenso, prima di tutto nella lettura del paese”, rispetto alla proposta di Bettini. Lo dice all’AGI Maurizio Martina, interpellato dopo le dichiarazioni di Goffredo Bettini di oggi. “Faremmo un gigantesco passo indietro e un regalo ad altri”, dice, intervistato dall’agenzia di stampa Agi. “Dov’è finita la nostra ambizione innovatrice? Credo fermamente nel bisogno di trovare una nuova via per rilanciare la vocazione originale del Pd a unire in un grande progetto le culture progressiste e riformiste. Questo servirebbe oggi”.

Stop all’appello di Bettini anche da Roberto Giachetti, deputato di Italia Viva: “Bettini non perde il vizio di dire agli altri quello che devono fare”, commenta velenoso. Una mezza apertura arriva invece da Davide Faraone, capogruppo di Iv in Senato: “Se il sistema elettorale sarà quello proporzionale sarà naturale l’evoluzione che prevede Goffredo Bettini oggi”.

Leggi anche: 1. L’Italia può farcela, ma la classe dirigente deve pensare alla storia e non ai propri interessi e carriere personali (di Goffredo Bettini) / 2. Coronavirus, Matteo Renzi a TPI: “Non mi rimangio nulla, la pandemia rischia di diventare carestia” / 3. Gori affonda Zinga: non è lui l’uomo giusto. Bettini risponde: “Ci ha tenuti uniti”

Ti potrebbe interessare
Politica / 3 ottobre 2013: a nove anni dal naufragio di Lampedusa l’accoglienza è ancora un’emergenza
Politica / Renzi sul Pd: “Con Schlein segretaria mezzo partito viene da noi”
Politica / “Caro Pd, o cambi o ti estinguerai”: viaggio nei circoli dem di Roma dopo la debacle elettorale
Ti potrebbe interessare
Politica / 3 ottobre 2013: a nove anni dal naufragio di Lampedusa l’accoglienza è ancora un’emergenza
Politica / Renzi sul Pd: “Con Schlein segretaria mezzo partito viene da noi”
Politica / “Caro Pd, o cambi o ti estinguerai”: viaggio nei circoli dem di Roma dopo la debacle elettorale
Politica / Gas, Meloni: “La priorità è fermare la speculazione”. La Farnesina convoca l’ambasciatore russo
Politica / La madre di Giorgia Meloni contro Rula Jebreal: “Si vergogni di attaccare mia figlia usando la storia del padre”
Politica / Beppe Grillo condannato per diffamazione contro un’ex parlamentare del Pd
Politica / Meloni, prima uscita pubblica dopo il voto: “L’Italia deve tornare a difendere i suoi interessi”
Politica / Ecco l’Italia di Giorgia: viaggio tra i sostenitori di Meloni
Politica / Governo, Berlusconi: "Massima comunità d’intenti nel centrodestra". Lega, lo strappo di Bossi
Politica / Bertinotti a TPI: “Il Pd deve sciogliersi. La sinistra riparta dalle ceneri. O non sarà”