Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 04:18
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Roma, una donna per sfidare la Raggi: nel Pd spunta l’ipotesi Madia

Immagine di copertina

Su Roberto Gualtieri candidato sindaco a Roma, il neo segretario del Pd Enrico Letta sembra avere una pausa di riflessione. Non perché non si fidi dell’ex Ministro dell’Economia (anche se i sondaggi ad oggi non sono entusiasmanti) ma perché al Nazareno si starebbe cominciando a ragionare se non sia il caso di rilanciare anche per la Capitale la strategia tutta al femminile che ha trionfato nei giorni scorsi nel partito.

Insomma, anche per Roma capitale si starebbe studiando una candidatura al femminile che potrebbe dare del filo da torcere a Virginia Raggi. E cioè Marianna Madia, la rivale della Serracchiani nell’ultimo scontro che ha infiammato il Pd, quello sui capigruppo. La Madia è romana, in ottimi rapporti con i “romani” Veltroni e D’Alema, ha votato Zingaretti nelle ultime primarie ed è gradita al neo segretario Letta.

Con lei in campo forse si potrebbe ritirare persino Carlo Calenda ed il partito di sicuro sarebbe unito al di là delle correnti di appartenenza. Un ottimo curriculum, insomma, che potrebbe portarla ad essere la prossima candidata Pd “in quota rosa” per il Campidoglio.

Leggi anche: Roma, Gualtieri non ha i numeri. Letta ora punta su Sassoli per far fuori Raggi

Ti potrebbe interessare
Politica / Luca Zaia: “Armi a Kiev? È giunto il tempo della diplomazia”
Politica / La stoccata di Geppi Cucciari al ministro Sangiuliano e a TeleMeloni: “Applaudite, qua non possiamo coprire i fischi”
Politica / Il ministro Sangiuliano contestato, ma su Rai 1 i fischi si trasformano in applausi: i video a confronto
Ti potrebbe interessare
Politica / Luca Zaia: “Armi a Kiev? È giunto il tempo della diplomazia”
Politica / La stoccata di Geppi Cucciari al ministro Sangiuliano e a TeleMeloni: “Applaudite, qua non possiamo coprire i fischi”
Politica / Il ministro Sangiuliano contestato, ma su Rai 1 i fischi si trasformano in applausi: i video a confronto
Politica / Il monito di Mattarella contro la "democrazia della maggioranza”
Politica / Città contro campagna e il fattore banlieues: la mappa del voto in Francia
Politica / La lettera di Meloni a FdI: “Noi abbiamo fatto i conti con il fascismo, non c’è spazio per i nostalgici”
Politica / La lettera del ministro Sangiuliano: “Liliana Segre ha ragione sull’antisemitismo”
Opinioni / M5S: tre consigli a Giuseppe Conte
Politica / Ue, le destre non sono tutte uguali ma ora anche il Ppe può radicalizzarsi
Politica / “L’Italia tra neoliberismo e svolta autoritaria”: colloquio con Nadia Urbinati e Fabrizio Barca