Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 07:29
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Omicidio stradale, Calderoli (Lega) propone l’ergastolo per i casi più gravi

Immagine di copertina

Omicidio stradale Ergastolo, la proposta di Calderoli (Lega) per i casi gravi

OMICIDIO STRADALE ERGASTOLO – L’ergastolo per i casi più gravi di omicidio stradale. È quanto propone oggi Roberto Calderoli, esponente della Lega e vicepresidente del Senato, commentando la vicenda dei bambini di 11 e 12 anni che sono stati investiti da un Suv a Vittoria, in provincia di Ragusa, mentre giocavano di fronte casa. Uno dei piccoli è morto l’altro è gravissimo. L’ex ministro delle Riforme chiede la massima pena.

> Chi è il pirata della strada che ha travolto i due bambini nel ragusano a bordo di un suv

Omicidio stradale, Calderoli (Lega) propone l’ergastolo

“Prima di tutto – ha dichiarato Calderoli – una preghiera per questi due bambini falciati a Vittoria, per quello che non c’è più e per quello che lotta per una vita che dovrà poi affrontare senza le gambe. Una tragedia che toglie il respiro, che lascia sgomenti. Poi c’è lui. Un delinquente, un criminale pregiudicato per porto d’armi abusive e spaccio di stupefacenti, che viaggiava fatto di cocaina, con a bordo altri delinquenti legati alla mafia, che corre nelle strade cittadine come se fosse su una pista di formula 1, che travolge due bambini e scappa senza soccorrerli”.

> Fondi russi Lega: quello che c’è da sapere sulle presunte trattative per far arrivare 65 milioni da Mosca al partito di Salvini

“Eppure li ha visti, li avrà guardati dallo specchietto mentre erano sull’asfalto… eppure è scappato”, ha continuato il vicepresidente del Senato. Che ha poi parlato della sua proposta: “Nella scorsa legislatura abbiamo votato la legge sull’omicidio stradale che con tutte queste aggravanti arriva a prevedere un massimo di 18 anni. Ma qui andiamo oltre, qui siamo oltre, e mi chiedo perché questo criminale un giorno possa tornare libero. Per questo presenterò una proposta modifica di legge per introdurre l’ergastolo nei casi più gravi, dove ci sia il dolo nell’omissione di soccorso. Perché uno così non dovrà non sono non guidare mai più un’automobile ma neppure tornare in libertà”.

Omicidio stradale, cosa dice la legge

La legge che ha introdotto il reato di omicidio stradale è stata approvata nel 2016. La pena, come precisato anche da Calderoli, può arrivare fino ai 18 anni di carcere. Nel dettaglio, è stata confermata la pena già in vigore in precedenza dai 2 ai 7 anni di reclusione nell’ipotesi base, quando la morte di una persona viene provocata violando il codice della strada. Ma viene punito con il carcere da 8 a 12 anni l’omicidio stradale colposo commesso da conducenti in stato di ebbrezza grave, con un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro. È poi previsto un aumento della pena in caso di morte di più persone. Il limite massimo è fissato in 18 anni.

Ti potrebbe interessare
Opinioni / L’irritazione di Palazzo Chigi per la visita di Grillo all’ambasciatore cinese: ecco perché Conte ha dato forfait
Opinioni / Perdere a Roma per scaricare la sconfitta sulla Meloni: il piano di Salvini per riprendersi il centrodestra
Politica / Grillo incontra l'ambasciatore cinese in Italia. Atteso anche Conte, l'ex premier dà forfait
Ti potrebbe interessare
Opinioni / L’irritazione di Palazzo Chigi per la visita di Grillo all’ambasciatore cinese: ecco perché Conte ha dato forfait
Opinioni / Perdere a Roma per scaricare la sconfitta sulla Meloni: il piano di Salvini per riprendersi il centrodestra
Politica / Grillo incontra l'ambasciatore cinese in Italia. Atteso anche Conte, l'ex premier dà forfait
Opinioni / Benvenuti nell’era del populismo vaccinale: il Governo blocca (di nuovo) AstraZeneca ma non spiega perché
Opinioni / Se Poste Italiane si impossessa del titolo di prima del più importante quotidiano finanziario italiano
Politica / Nichi Vendola: “Torno in politica, l’esilio è finito”
Politica / Salvare le aziende di Berlusconi: ecco cosa c’è dietro la federazione tra Forza Italia e Salvini
Politica / Cristallo a TPI: "Ci chiamano tossici perché vogliamo la Cannabis legale. Salvini sbandierava i Mojito al mare"
Opinioni / Il paradosso di Confindustria (e di parte del governo): “C’è la ripresa quindi si può licenziare”
Politica / “Troppi gay nella giuria di Ballando con le Stelle”: l’intervento al Senato sul Ddl Zan