Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Migranti, il governo ha impugnato l’ordinanza di Musumeci davanti al Tar

Immagine di copertina

Il governo ha impugnato l’ordinanza con la quale il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, ha disposto lo sgombero degli hotspot e di centri di accoglienza dei migranti sull’isola. Il ricorso presentato da Palazzo Chigi e ministero dell’Interno è stato notificato ed è in corso di deposito presso il Tribunale amministrativo regionale siciliano.

Secondo quanto riporta l’Agi citando fonti di governo, il motivo fondamentale alla base del ricorso è che – malgrado il riferimento a motivazioni sanitarie – l’ordinanza interferisce “direttamente   gravemente con la gestione del fenomeno migratorio” che resta “di stretta ed esclusiva competenza dello Stato”. Non solo: l’ordinanza, qualora applicata, produrrebbe “effetti diretti a carico di altre Regioni”.

La decisione di Musumeci

Il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, è passato dalle parole ai fatti. Dopo aver minacciato la chiusura di hotspot e centri di accoglienza per migranti, Musumeci ha firmato un’ordinanza che prevede, “entro le 24 di domani” la chiusura delle strutture e il trasferimento dei richiedenti asilo “in strutture fuori dall’isola”. “L’ordinanza – ha scritto sui social il presidente della Regione Sicilia – è stata pubblicata questa notte. Oggi verrà notificata a tutte le prefetture dell’Isola e al governo nazionale”.

Leggi anche: 1. Sicilia, ordinanza di Musumeci: “Entro le 24 di domani migranti fuori dall’isola”. Ma il Viminale lo blocca: “Non può farlo” / 2. Sicilia, Musumeci non molla: “Il governo vuole un campo di concentramento per migranti, vado dalla magistratura”

Ti potrebbe interessare
Politica / Molte rischiano il ritorno in arancione. I governatori: "Abolire l'indice Rt"
Politica / Brevetti vaccini, Draghi apre a Biden: “Una deroga temporanea non è un danno per le aziende”
Politica / Roma, la libraia di Tor Bella Monaca che boicotta il libro di Giorgia Meloni: “So’ scelte, io so’ indipendente”
Ti potrebbe interessare
Politica / Molte rischiano il ritorno in arancione. I governatori: "Abolire l'indice Rt"
Politica / Brevetti vaccini, Draghi apre a Biden: “Una deroga temporanea non è un danno per le aziende”
Politica / Roma, la libraia di Tor Bella Monaca che boicotta il libro di Giorgia Meloni: “So’ scelte, io so’ indipendente”
Politica / Draghi: “Il mercato del lavoro è ingiusto e danneggia donne e giovani”
Politica / Caso Zaki, Di Maio: "Più ne parliamo, più l'Egitto si irrigidisce"
Politica / Giorgia Meloni in lacrime: “Non sono omofoba. Da adolescente mi bullizzavano dandomi della cicciona”
Discutiamo! / La sinistra deve guidare la battaglia per ridare dignità al mondo del lavoro in Europa (di H. Bierbaum)
Musica / Mattarella scrive ai Jalisse: “Inviatemi il vostro nuovo disco”
Politica / “Stop brevetti, ora tocca a Draghi”: intervista alla direttrice di Change.org Italia
Politica / Di Maio: “Il 16 maggio data auspicabile per superare il coprifuoco”