Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Mattarella ammonisce Draghi sui licenziamenti: con lo sblocco si rischia la “bomba sociale”

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Il premier si appresta ad abbandonare la retorica dell'uomo solo al comando e sta sondando gli umori dei partiti. Il retroscena:

Anche al Quirinale è scattato l’allarme rosso per lo sblocco dei licenziamenti: “Caro Mario fai molta attenzione perché su queste cose si rischia la bomba sociale”. È questo, a quanto apprende TPI, il messaggio fatto recapitare molto riservatamente nei giorni scorsi dal Quirinale a Palazzo Chigi. Insomma, anche dalle parti di Sergio Mattarella c’è molta apprensione per quello che potrebbe accadere con l’eventuale sblocco dei licenziamenti. Proprio per questo Mario Draghi ha garantito al Capo dello stato che procederà con la massima cautela.

Perché è questo l’unico rilevante nodo politico che si trova ora di fronte Mario Draghi: come uscire dal blocco dei licenziamenti senza ritrovarsi la gente con i forconi sotto palazzo Chigi. Il tema è ultra delicato perché da un lato con il rifluire della pandemia e la ripresa dell’economia europea è oggettivamente impossibile imporre ad imprese in difficoltà che si stanno appena riprendendo di mantenere personale in eccesso rispetto al business attuale. Dall’altro calare un elevato numero di licenziamenti in un tessuto sociale già provatissimo da un anno e mezzo di pandemia può portare a conseguenze imprevedibili ma comunque tutte negative.

Draghi, secondo quanto risulta a TPI, è sollecitato a prendere soluzioni forti pro-mercato dai suoi consiglieri neo-liberisti (in primis Giavazzi) mentre il Colle predica prudenza preoccupato per la tregua sociale del Paese. Cosa accadrà ora? Il furbo Mario (molto più trattativista di quanto non raccontino alcuni sciocchi aedi) non prenderà alcuna decisione senza il consenso unanime della sua eterogenea maggioranza. Non vuole prestare il fianco a critiche.

Insomma, super Mario sulla spinosa questione dei licenziamenti per evitare di finire sulla graticola si appresta ad abbandonare la retorica dell’uomo solo al comando per abbracciare la linea ecumenica tanto cara anche a Papa Francesco (persino da Santa Marta sarebbe stato recapitato un invito alla prudenza sulla questione licenziamenti) e proprio in questi giorni sta sondando il terreno per capire gli umori dei partiti in merito alla delicata questione.

Leggi anche: Anticipazione TPI: Antonio Di Pietro torna in campo con l’Italia dei Valori. E pensa anche a Roma

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Politica / “I partiti non fanno più politica”: la storica intervista di Berlinguer a Scalfari sulla Questione Morale
Politica / “Vestito inappropriato”: cronista allontanata da Montecitorio. Poi le scuse: “È stato un errore”
Politica / Segreti di Stato: il buco nero della direttiva Draghi sui dossier Nato
Politica / D’Alema a TPI: “Nel pensiero di Berlinguer la sinistra può trovare le risposte ai problemi di oggi”
Politica / Facciamo eleggere: la campagna per le amministrative del Forum Disuguaglianze e Diversità. “Sosteniamo chi si batte per giustizia sociale e ambientale”
Politica / Draghi convoca il Cdm d’urgenza e lancia l’ultimatum ai partiti: o votate le riforme o niente Pnrr
Politica / Commissione Esteri, Meloni a Conte: “Se sei serio ritira di Maio”. “Sei all’opposizione o voti con Renzi?”