Firenze, docente dell’università pubblica manifesto con insulti a Salvini. La dura reazione del leghista

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 15 Gen. 2020 alle 08:48 Aggiornato il 15 Gen. 2020 alle 13:05
309
Immagine di copertina

“Basta a Salvini che vuole eliminare gli avversari politici e odia i diversi”. A Firenze un professore, tal Antonio Villanacci, abusa di un luogo pubblico come l’università per attaccarmi e insultarmi, con tanto di manifesto, usando il suo ufficio come bacheca politica”.

È la denuncia fatta dall’ex ministro degli Interni Matteo Salvini che ha pubblicato sui social la foto della bacheca del docente Antonio Villanacci dell’università di Firenze.

L’uomo, ordinario in Metodi matematici dell’economia e delle scienze attuariali e finanziarie, ha affisso un manifesto in bacheca, contenente, secondo quanto denunciato dal leader leghista, insulti irriguardosi nei suoi confronti.

Il manifesto è stato fotografato dagli studenti.

In una nota diffusa dalla Lega si legge che all’ingresso della stanza di “Antonio Villanacci, docente di metodi matematici dell’economia e delle scienze attuariali e finanziarie al Dipartimento di scienze per l’economia e l’impresa è stato fotografato un foglio A4 con un testo dal titolo inequivocabile ‘Basta a Salvini e a questa destra orribile”.

“Il foglio – dichiara Belotti – riporta uno stralcio di un articolo de Il Manifesto in cui si lanciano pesanti accuse
a Salvini, tra cui ‘voler eliminare gli avversari politici’, ‘odia i diversi’, ‘porterebbe a zero i diritti civili conquistati negli ultimi 50 anni’ e altre amenità simili”.

“Cosa ci fa un cartello ‘Basta a Salvini e a questa destra orribile’ in un corridoio dell’Università di Firenze, sulla porta dell’ufficio di un docente?”. È quanto si chiede il deputato Daniele Belotti, capogruppo della Lega in commissione Istruzione della Camera e
commissario regionale leghista in Toscana, che interviene dopo la segnalazione.

Leggi anche:

La “Bestia” di Salvini nel 2019 ha pubblicato 10mila tweet: in 1 su 3 attacca qualcuno o qualcosa

Salvini condannato per istigazione all’odio razziale: spunta un decreto penale del 2009

Salvini a TPI: “Le sardine? Pericolo per la sinistra, che ha bisogno di 4 ragazzini per riempire le piazze” | VIDEO

309
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.