Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

L’onorevole di Italia Viva Moretto presenta una legge per regolamentare l’attività di toelettatore per cani

Immagine di copertina
Credit: Facebook, FreePic, Ansa

Sembra una notizia che viene “dell’altro mondo” quella che riguarda la proposta dell’onorevole Sara Moretto: la deputata di Italia Viva ha presentato una proposta di legge per regolamentare l’attività di toelettatore per cani. In un momento drammatico per il Paese colpito da una profonda crisi economica (persi quasi un milione di posti di lavoro, Istat) e pandemica che sfocia in episodi di rabbia e violenze come quelli a cui abbiamo assistito ieri di fronte a Montecitorio dove ambulanti e lavoratori hanno protestato per chiedere di accelerare su riaperture e ristori.

È questione di priorità e di attinenza alla realtà. Con buona pace dei toelettatori per cani, la richiesta di un regime normativo differenziato per la loro attività da parte di Italia Viva non è di certo rappresentativa dei problemi di una più ampia e problematica parte del paese in questa fase. Un settore quello del benessere e della cura degli animali domestici che, in diverse regioni italiane, ha ripreso la propria attività anche in zona rossa grazie alle diverse ordinanze regionali. Parrucchieri per cani aperti e parrucchieri per umani chiusi, per ovvie ragioni legate al rischio di contagio.

E così la deputata del partito di Matteo Renzi chiede di “Regolamentare in modo compiuto un’attività che è diventata sempre più rilevante per la nostra economia e che risulta in costante crescita e diffusione, cioè l’attività di toelettatura degli animali di affezione o da compagnia” attraverso la proposta di legge n. 2875 presentata alla Camera.

“Il comparto igiene e toelettatura ha visto rialzi significativi. In tutto il mondo. Da ricerche Spins e Iri è emersa una crescita del 33% per i prodotti di toelettatura e igiene. Il mercato è ampio, la richiesta è forte. Il tema è articolato. E non solo per i numeri. La toelettatura del cane, infatti, è importante per il benessere dell’animale. E, in taluni casi, per la sua “cura”, spiega al Messaggero Sara Moretto del “partito al 2%” felice di annunciare l’avvio del percorso in Parlamento della sua proposta di legge.

sara moretto italia viva toelettatura cani

Leggi anche: Repubblica e il dramma della villeggiante prigioniera nella sua seconda casa di Portofino

Ti potrebbe interessare
Politica / Paghi uno e prendi tre? Il governo compra tre elicotteri, ma sbaglia i conti
Politica / Il corvo Italia Viva sta già mangiando sul cadavere del Ddl Zan
Politica / L’ennesimo regalo ai signori del casello: così il governo con la scusa del Covid favorisce Benetton & Co.
Ti potrebbe interessare
Politica / Paghi uno e prendi tre? Il governo compra tre elicotteri, ma sbaglia i conti
Politica / Il corvo Italia Viva sta già mangiando sul cadavere del Ddl Zan
Politica / L’ennesimo regalo ai signori del casello: così il governo con la scusa del Covid favorisce Benetton & Co.
Politica / Caso Open, Renzi chiede l’immunità parlamentare: deciderà giunta del Senato
Politica / Caso Regeni, Fico: “Egitto non ha collaborato, grave ferita nei rapporti con l’Italia”
Politica / Berlusconi: “Voto anticipato? Sarebbe da irresponsabili interrompere Governo. A Forza Italia decido io”
Politica / Dini scrocca il Financial Times al Senato? Il quotidiano britannico gli regala l’abbonamento gratis
Politica / Matteo Ricci a TPI: “Sono il primo giallorosso d’Italia”
Politica / L’audio di Salvini scuote il centrodestra: “Da Fratelli d’Italia troppe rotture di coglioni”
Politica / Berlusconi vuole un uomo solo alla guida del centrodestra: tre i nomi riservati