Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Il Pd frena sull’ingresso del M5S nei Socialisti europei. Calenda: “Se entrano loro, io esco”

Immagine di copertina
Foto da Twitter

L’ipotesi dell’ingresso dei deputati M5S nel gruppo dei Socialisti e Democratici del Parlamento europeo al fianco del Pd inizia a produrre le prime reazioni politiche. A schierarsi nettamente contro questa possibilità è il leader di Azione Carlo Calenda, che in un tweet scrive: “In Ue sono rimasto nella delegazione PD-SiamoEuropei per rispetto del mandato elettorale. Se dovessero entrare i 5S non potrei rimanere. Fare un gruppo con i grillini andrebbe oltre ogni (triste) esperimento già fatto in Italia e sarebbe contrario a quanto promesso agli elettori”.

Cauto Pierfrancesco Majorino, eurodeputato del Pd, che ritiene sia ancora presto per aprire le porte ai pentastellati. “I gruppi politici europei non sono dei tram su cui salire a piacimento”, ha dichiarato l’europarlamentare a Repubblica, “Sono una destinazione che presuppone adesione sul piano identitario e programmatica. Io, sinceramente, non vedo la fretta di trovare un accordo già oggi”.

“Se i 5Stelle vogliono entrare nella famiglia del Pse in seguito a un’evoluzione vera, siamo di fronte a un fatto positivo”, ha aggiunto Majorino. “Ma se è solo un escamotage per contare di più nelle commissioni in europarlamento, meglio lasciar perdere subito”. A pesare sulla questione dell’ingresso di M5S nel gruppo dei socialisti in Ue sarà la posizione del capodelegazione Brando Benifei, che al momento ancora non si è espresso.

Da tempo gli esponenti M5S sono alla ricerca di un gruppo al Parlamento Ue. Il tentativo con i Verdi non si è realizzato: nel gruppo sono entrati solo quattro europarlamentari (Ignazio Corrao, Eleonora Evi, Rosa d’Amato e Piernicola Pedicini), che hanno dovuto lasciare il Movimento.

Leggi anche: 1. Il nuovo M5s in Europa guarda al gruppo dei Socialisti e Democratici (di Laura Ferrara) /2. M5s: al vertice con Grillo il sì di Conte per “rifondare” il Movimento /3. Un nuovo M5S con Conte come leader politico: ecco il piano di Grillo /4. Casalino alla Rai, miracoli del servizio pubblico: via i riferimenti diretti a Renzi Salvini e Meloni

Ti potrebbe interessare
Politica / Rimandato il faccia a faccia tra Conte e Draghi. Si vedranno il 6 luglio
Politica / Governo, Calenda: “Non sarà un altro Papeete. Conte fa solo sceneggiate”
Politica / Ius Scholae, Renata Polverini (FI) perentoria: “Voterò sì, è la mia battaglia. Da Meloni mi aspetto un colpo di scena”
Ti potrebbe interessare
Politica / Rimandato il faccia a faccia tra Conte e Draghi. Si vedranno il 6 luglio
Politica / Governo, Calenda: “Non sarà un altro Papeete. Conte fa solo sceneggiate”
Politica / Ius Scholae, Renata Polverini (FI) perentoria: “Voterò sì, è la mia battaglia. Da Meloni mi aspetto un colpo di scena”
Politica / Di Maio: “Qualcuno cerca il pretesto per far cadere il governo, ma se si va al voto il Paese va nel baratro”
Politica / Draghi-Conte, lunedì l’incontro. L’ex premier: “Valuteremo se restare”
Politica / Grillo pubblica un post contro i traditori: “Si sentono eroi ma non lo sono”. Di Maio: “Basta picconare il governo”
Ambiente / Papa Francesco: “La Natura ce la sta facendo pagare”
Politica / Oggi telefonata Draghi-Conte, lunedì il faccia a faccia a Palazzo Chigi
Politica / Deputata Fdi: "Ius scholae sostenuto dai partiti che regalano la droga per strada"
Economia / Bollette, nuovo decreto contro il caro energia. Draghi: “Evitati aumenti fino al 45%”