Governo news, le ultime notizie di oggi martedì 3 settembre | Il voto su Rousseau promuove il governo M5S-Pd. Domani Conte al Quirinale

Tutti gli aggiornamenti in diretta sulla situazione politica italiana

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 3 Set. 2019 alle 07:54 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 19:21
0
Immagine di copertina

Governo news: le ultime notizie di oggi martedì 3 settembre

GOVERNO NEWS – Ecco tutte le ultime notizie di oggi, martedì 3 settembre, sulla crisi di governo. Sulla piattaforma Rousseau gli iscritti M5S hanno detto sì (79 per cento) a un governo con il Pd guidato dal presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte (segui qui la diretta del voto). Quindi, già domani Conte potrebbe salire al Quirinale per sciogliere la riserva e presentare la lista dei ministri al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Intanto è stato reso noto il programma di governo Pd-M5S, articolato in 26 punti. Zingaretti: “Governo di svolta, andiamo a cambiare l’Italia”.

> SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI CLICCA QUI <

(Se non visualizzi gli aggiornamenti continua a cliccare)

CRISI DI GOVERNO, LA DIRETTA LIVE

Qui di seguito tutte le ultime news di oggi, martedì 3 settembre, sul governo in diretta LIVE, con aggiornamenti in tempo reale.

ore 22,15 – Conte probabilmente domattina al Quirinale – Il premier incaricato Giuseppe Conte domani mattina dovrebbe salire al Quirinale dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per sciogliere la riserva: nelle ore immediatamente successive si potrebbe procedere al giuramento del nuovo governo (qui le indiscrezioni sui nomi dei possibili ministri).

ore 20,00 – Zingaretti: “Andiamo a cambiare l’Italia”.Con la chiusura del lavoro programmatico si è fatto un altro passo avanti per #GovernoDiSvolta. Ridurre le tasse sul lavoro, sviluppo economico, green economy, rilancio di scuola, università e ricerca, modifica radicale dei decreti sicurezza. Ora andiamo a cambiare l’Italia”, ha scritto su Twitter il segretario del Pd Nicola Zingaretti.

tweet zingaretti

19,40 – Salvini: “Il governo delle poltrone dura poco” – “Il governo delle poltrone dura poco, non possono scappare dal voto per sempre. A testa alta, pronti a difendere gli Italiani e a tornare a vincere! Onore e dignità valgono più di 100 ministeri”. Lo scrive Matteo Salvini, leader della Lega, su Facebook.

governo news

ore 19,30 – Di Maio: “Orgogliosi del voto su Rousseau” – “Io credo che dobbiamo essere molto orgogliosi che tutto il mondo ha aspettato la pronuncia di questi 80mila cittadini italiani su una piattaforma digitale che è unicum al mondo”. Lo ha detto il capo politico M5S, Luigi Di Maio, in conferenza stampa alla Camera, commentando l’esito del voto su Rousseau sul governo M5S-Pd.

BREAKING NEWS – Rousseau, il 79% dei votanti ha detto sì all’accordo (qui l’articolo completo).

ore 18,50 – Marcucci (Pd): “Siamo alla stretta finale” – “Abbiamo lavorato sul programma, siamo molto soddisfatti”. Lo ha detto il capogruppo del PD al Senato Andrea Marcucci uscendo dall’incontro a Palazzo Chigi con il premier incaricato Conte e le delegazioni PD e M5S. “Siamo alla stretta finale”, ha aggiunto Marcucci confermando che resterà capogruppo del partito.

ore 18,25 – Alle 18,30 conferenza stampa di Di Maio – È programmata per le ore 18,30 a Montecitorio una conferenza stampa del capo politico e ministro di lavoro e Sviluppo Economico Luigi Di Maio (qui la diretta).

ore 18,00 – Concluso il voto su Rousseau – Alle ore 18,00 si è concluso il voto degli iscritti M5S sulla piattaforma online Rousseau. Si attendono ora i risultati (qui lo spoglio in diretta).

ore 17,15 – Orlando: “Non entro nel governo” – “Il segretario mi ha proposto di fare parte del nuovo governo con una delega di grande rilievo. Ho declinato per due ragioni. La prima è che, come ripeto da settimane, la nostra richiesta di discontinuità implica la necessità di una forte innovazione anche nella nostra compagine. La seconda, la più importante, è che credo che la scommessa che stiamo facendo si gioca in larga parte nella società e in questo senso sarà determinante il ruolo del nostro partito”. Lo scrive Andrea Orlando, vicesegretario Pd, su Facebook.

ore 16,30 – È iniziato a Palazzo Chigi l’incontro del premier incaricato Giuseppe Conte con i capigruppo di M5S e Pd sul programma di governo. Siedono al tavolo per il M5s Stefano Patuanelli e Francesco D’Uva e per il Pd Andrea Marcucci e Graziano Delrio. L’incontro è iniziato con circa un’ora di ritardo.

ore 16,00 – Il premier incaricato Giuseppe Conte è rientrato a Palazzo Chigi dopo poco meno di un’ora.

ore 15,50 – Renzi: “Spero scelgano i ministri migliori”. “Spero che i nomi del governo siano i migliori possibile e persone di qualità. Io non faccio nomi, li facevo quando ero presidente del Consiglio”. Lo ha detto Matteo Renzi a La7. Quanto al nuovo commissario Ue che tocca all’Italia, l’ex premier afferma: “In caso di Conte 1 sarebbe toccato a un leghista, un no euro, un sovranista, uno anti Europa. Il fatto che ci sia questo governo vuol dire che ci sarà un commissario migliore. Leggo nomi di grandissimo livello, spero si punti al top”.

ore 15,45 – Marcucci: “Chiudiamo sul programma”. “Oggi dovrebbe essere la riunione che ci fa concludere sul programma. La riunione è con il presidente del Consiglio incaricato e con i capigruppo del Pd e dei 5Stelle”. L’ha detto il capogruppo del PD al Senato Andrea Marcucci, entrando alla riunione a Palazzo Chigi.

ore 15,40 – Delrio: “C’è ancora tanto da discutere”. “Ci sono ancora molte cose da discutere, andiamo a discutere e trovare una sintesi per un lavoro serio, per un governo serio”. L’ha detto il capogruppo del Pd alla Camera Graziano Delrio entrando a Palazzo Chigi per un incontro con la delegazione dei 5 Stelle.

ore 15,05 – Alle 15,30 riunione a Palazzo Chigi di Conte con capigruppo Pd e M5S – La riunione dei big M5S a Palazzo Chigi si è conclusa. Intorno alle 14,30 Luigi Di Maio e gli esponenti del Movimento 5 Stelle hanno pranzato poco distante dalla sede della Presidenza del Consiglio. Poi sono rientrati. Con il capo politico sono rientrati i ministri Alfonso Bonafede e Riccardo Fraccaro, Massimo Bugani e Giancarlo Cancelleri.

Stando a quanto riferito da fonti della cabina di regia del Pd è convocato alle ore 15,30 a Palazzo Chigi un nuovo incontro tra il premier incaricato Giuseppe Conte e i capigruppo di Pd e M5S.

ore 13,30 – Governo news, riunione M5S a Palazzo Chigi – Lo stato maggiore del Movimento 5 Stelle si è riunito questa mattina a Palazzo Chigi. Oltre al capo politico del M5S Luigi Di Maio erano presenti i ministri Alfonso Bonafede e Riccardo Fraccaro, il capogruppo M5S in Regione Sicilia Giancarlo Cancellieri e Massimo Bugani. Il gruppo si è poi recato a pranzo nelle vicinanze di Palazzo Chigi.

ore 13,10 – Slitta incontro Conte-Orlando-Franceschini – Non si è ancora svolto l’incontro, previsto per le 12 a Palazzo Chigi, tra il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte e gli esponenti del Pd Andrea Orlando e Dario Franceschini.

ore 13,00 – Ue: “Aspettiamo bozza manovra entro il 15 ottobre” – La commissione Europea “aspetta per il 15 ottobre che tutti gli  Stati membri, inclusa l’Italia, consegnino la bozza di legge di bilancio come prevedono le regole del semestre europeo”: lo ha dichiarato Mina Andreeva, portavoce della Commissione, a chi le chiedeva un commento sui dettagli della manovra contenuti nel programma di governo, pubblicato oggi sul Blog delle Stelle.

ore 12,35 – Di Maio a Palazzo Chigi – Luigi Di Maio è arrivato a Palazzo Chigi, ma, secondo quanto trapelato da fonti pentastellate, il capo politico del M5S è al lavoro nel suo ufficio da vicepremier.

ore 11,30 – Alle 12 incontro Conte-Orlando-Franceschini – Secondo fonti parlamentari, alle 12 Giuseppe Conte dovrebbe ricevere a Palazzo Chigi gli esponenti del Partito Democratico Andrea Orlando e Dario Franceschini per continuare il lavoro avviato ieri sugli assetti del prossimo governo.

ore 10,30 – De Falco: “Fiducia? Prima sentiamo Conte” – Il senatore Gregorio De Falco, ex esponente del M5S ora al Gruppo Misto, ha dichiarato che sia lui che gli altri fuoriusciti dal Movimento 5 Stelle Nugnes e De Bonis attendono di ascoltare Giuseppe Conte in Parlamento prima di decidere se votare la fiducia al nuovo governo da lui presieduto.

ore 10,00 – Più Europa: “Noi all’opposizione” – Più Europa non appoggerà il Conte bis. A dichiararlo è lo stesso movimento attraverso una nota diffusa alla stampa: “La direzione di Più Europa, nella riunione di ieri sera, lunedì 2 settembre, ha deliberato a maggioranza che si porrà all’opposizione del governo Conte-bis, con uno spirito di critica chiara e costruttiva e di leale collaborazione sulle misure di riforma economica, civile, politica e istituzionale che saranno ritenute condivisibili e utili per l’Italia e per l’Europa”.

ore 9,55 – Di Maio “Nel programma ci sono tutti i 20 punti del M5S” – “Buongiorno, posso dirvi già da ora che tutti i 20 punti che il Movimento 5 Stelle ha presentato al Presidente Conte sono affrontati nel Programma di Governo. Dal blocco dell’aumento dell’Iva al salario minimo, dal taglio del cuneo fiscale agli aiuti a famiglie e disabili, dallo stop agli inceneritori alle trivelle, dalla riforma della giustizia alla legge sul conflitto di interessi, fino alle concessioni autostradali. Buon voto a tutti su Rousseau”, così il capo politico pentastellato Luigi Di Maio su Facebook.

ore 9,30 – Governo news, pubblicati i 26 punti del programma di governo M5S-PD – Sono 26 i punti su cui si basa l’accordo tra M5S e Pd per la nascita di un nuovo esecutivo, guidato da Giuseppe Conte. A pubblicarli è stato il Blog delle Stelle sul post in cui veniva dato il via alle votazioni sulla piattaforma Rousseau, in cui gli iscritti dovranno decidere se appoggiare o meno un governo M5S-PD. Nel programma vengono affrontati diversi temi: dal taglio delle tasse al conflitto di interessi (qui l’articolo completo con tutti i 26 punti del programma).

ore 9,10 – M5S: “Per noi mandato con i cittadina dura cinque anni” – “Per noi il mandato con i cittadini dura cinque anni”: così il M5S su un post pubblicato sul Blog delle Stelle, in occasione dell’apertura delle votazioni sulla piattaforma Rousseau. Il Movimento, poi, ha spiegato i motivi per i quali il partito guidato da Luigi Di Maio ha scelto di fare un accordo di governo con il PD (qui l’articolo completo).

ore 9,00 – Al via il voto sulla piattaforma Rousseau – La votazione sulla piattaforma Rousseau per il governo giallo-rosso è ufficialmente aperta. Fino alle 18 si potrà votare sulla possibilità di un accordo di governo tra il Pd e il M5S.

ore 7,30 – Il quesito su Rousseau per il governo con la Lega era diverso – Gli iscritti alla piattaforma Rousseau oggi, martedì 3 settembre, dalle 9 alle 18 saranno chiamati a rispondere al seguente quesito: “Sei d’accordo che il Movimento 5 Stelle faccia partire un Governo, insieme al Partito Democratico, presieduto da Giuseppe Conte?”. Tuttavia, nel 2018, quando il Movimento 5 Stelle ha sottoscritto un accordo di governo con la Lega, sottoponendolo poi ai suoi iscritti attraverso il voto su Rousseau, il quesito era stato posto in maniera molto diversa.

All’epoca, infatti, la Lega non veniva mai menzionata, mentre si chiedeva solamente un’approvazione generica al “contratto del governo del cambiamento”. Ad alimentare i sospetti, però, è stato anche l’ordine delle due possibili risposte, invertito, rispetto il quesito del 2018.

Il “No”, a differenza di un anno e mezzo fa, arriva infatti prima del “Sì”. Una “svista” corretta dai tecnici, che successivamente hanno rimediato invertendo nuovamente l’ordine delle risposte e posizionando il “Sì” prima del “No”.

Crisi di Governo: la giornata di ieri

La giornata di ieri, martedì 2 settembre, è stata contraddistinta dai nuovi incontri tra Giuseppe Conte e le delegazioni di M5S e PD e dalla rinuncia di Luigi Di Maio alla vicepresidenza. In una diretta sulla sua pagina Facebook, infatti, il capo politico del M5S ha affermato che non sarà vicepremier a seguito della rinuncia del Partito Democratico. In serata, inoltre, il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte, nel corso di una diretta Facebook, ha lanciato un appello agli iscritti del M5S, ma anche agli elettori del Pd, affinché diano fiducia all’esecutivo giallorosso da lui guidato per superare la crisi di governo.

Crisi di governo, le ultime news: il riassunto della giornata di ieri

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.