Covid ultime 24h
casi +20.499
deceduti +253
tamponi +325.404
terapie intensive +26

Governo Draghi, il ministro dell’Innovazione tecnologica e della transizione digitale è Vittorio Colao

Di Anna Ditta
Pubblicato il 12 Feb. 2021 alle 20:26
154
Immagine di copertina
Vittorio Colao. Credit: Ansa

Governo Draghi, il ministro dell’Innovazione tecnologica e della transizione digitale è Vittorio Colao

Vittorio Colao è il nuovo ministro dell’Innovazione tecnologica e della transizione digitale: il premier incaricato Mario Draghi, infatti, nella serata di venerdì 12 febbraio è salito al Quirinale per sciogliere la riserva e presentare al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la nuova squadra di governo.

Chi è Vittorio Colao: la biografia

C’è anche Vittorio Colao nella nuova squadra di governo del premier Mario Draghi, che nella serata di venerdì 12 febbraio è salito al Quirinale per sciogliere la riserva e presentare la lista dei ministri al Capo dello Stato.
Il nuovo ministro del , che aveva guidato la task force voluta da Giuseppe Conte per la ricostruzione dell’Italia dopo l’epidemia di Covid, nasce a Brescia il 3 ottobre del 1961. Laureato in Economia e Commercio alla Bocconi, ha ottenuto un MBA all’Università di Harvard.
Dopo aver lavorato alla Morgan Stanley di Londra, è poi tornato a Milano, dove ha lavorato per la Mckinsey & Company. Successivamente è diventato di direttore generale di Omnitel Pronto Italia (oggi Vodafone Italia) nel 1996, e dal 2001 è stato CEO regionale di Vodafone per l’Europa meridionale.
L’anno successivo è entrato nel consiglio d’amministrazione della società, mentre dal 2004 al 2006 ha ricoperto il ruolo di amministratore delegato di Rcs MediaGroup. Nel 2008 è tornato al gruppo Vodafone per ricoprire il ruolo di amministratore delegato fino al 2018.

Leggi anche: 1. Da Dell’Utri a Bontate: il curriculum di Berlusconi ci impone di dire No al nuovo governo (di A. Di Battista) /2. Torna a casa Lassie, torna a casa Renzi: ecco su cosa si combatterà la sfida del prossimo anno nel Pd / 3. Nadia Urbinati a TPI: “La reputazione di Draghi è un passaporto, ma in Parlamento non basterà”

154
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.