Covid ultime 24h
casi + 9.789
deceduti +358
tamponi +190.635
terapie intensive +8

La ministra Dadone posta foto in felpa dei Nirvana e tacchi rossi: “Su parità di genere ancora molto da fare”

Il post in occasione della Giornata internazionale della donna, che ricorre l'8 marzo

Di Anna Ditta
Pubblicato il 8 Mar. 2021 alle 20:09
2.5k
Immagine di copertina
Foto da Facebook

La ministra per le Politiche giovanili Fabiana Dadone, già ministra della Pubblica amministrazione nel governo Conte-bis, ha pubblicato in occasione dell’8 marzo un lungo post sui social, a cui ha allegato una sua foto con indosso la felpa dei Nirvana e i tacchi rossi ai piedi, simbolo della lotta contro i femminicidi, ben visibili sulla scrivania.

“Ho 37 anni e sono una ‘ragazzina’ (per questo Paese) ma faccio il Ministro”, ha scritto la ministra Fabiana Dadone nel post, “non sono sposata ma scelgo ogni giorno di stare col mio compagno, ho due figli bellissimi che portano il mio cognome pur non essendo ragazza madre, amo la musica rock pesante ma non mi vesto in maniera alternativa, guardo film strappalacrime ma sono emotivamente fredda come il ghiaccio”.

“Sono un ammasso di stereotipi e nel corso della vita mi è stato fatto notare molte volte”, prosegue il post della ministra. “Cara Fabiana, sei così giovane come puoi essere un Ministro? La politica non si addice di più agli uomini? Chi si occupa dei tuoi figli quando sei a Roma? Non sei troppo bassa rispetto a come la TV ti fa apparire? Non sei troppo graziosa per essere presa seriamente? Non sei troppo trascurata nell’abbigliamento per ricoprire ruoli istituzionali?”.

“In questa giornata tanto evocativa e tanto attenta al politically correct”, sottolinea la ministra, “vorrei dire con molta onestà che sul fronte della parità di genere c’è ancora molta strada da fare. Una strada in salita e piena di ostacoli culturali che dobbiamo avere la forza di affrontare con tutta la tenacia che abbiamo nel cuore”, conclude Fabiana Dadone. “Buon 8 Marzo a tutte!”.

Leggi anche: 1. Fa uccidere l’ex moglie e usa la figlia come alibi: l’orrore del femminicidio di Ilenia Fabbri a Faenza (di Giulio Cavalli) / 2.Violenza sulle donne, le scarpe rosse di Loredana Bertè a Sanremo non bastano più /3. Massacrata dall’ex, Clara si era pagata il funerale da sola: già sapeva di morire e nessuno ha fatto niente

2.5k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.