Erri De Luca: “Sto con le sardine perché ci danno una lezione politica”

Lo scrittore ha pronunciato parole entusiasmanti sul movimento in un'intervista a Fanpage

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 15 Dic. 2019 alle 19:08
854
Immagine di copertina

Erri De Luca: le sardine mi danno una lezione politica

“Sono venuto a imparare una lezione politica da questa piazza e da questa gioventù, che si è mobilitata in queste ultime settimane, e ha deciso di riempire le piazze, di conoscersi, presentarsi a se stessa, trovarsi compatta, coerente e capace di trasmettere una volontà di ‘stare’, manifestare, contarsi (perché sono tanti) e contare”, così Erri de Luca sul movimento delle sardine in un’intervista rilasciata a Fanpage.

“Le sardine proprio dal punto di vista della loro natura, a mare non si sciolgono finché c’è il tonno sotto, il tonno è un sentimento di pericolo verso la nostra comunità, dovuto alla licenza con cui circolano messaggi razzisti e fascisti”, ha continuato lo scrittore, che ha partecipato alla manifestazione di sabato 14 dicembre in Piazza San Giovanni, a Roma.

Nel corso di un’intervista al programma radio “Un giorno da Pecora”, De Luca aveva già espresso la sua volontà di essere in piazza con le sardine e di stare dalla parte del movimento nato un mese fa a Bologna per contrastare la campagna elettorale Salvini-Borgonzoni.

Leggi anche:

Erri De Luca: “Mi piacciono le sardine e domani sarò in piazza San Giovanni con loro”

Sardine, a Roma il primo incontro nazionale: cosa hanno deciso gli organizzatori sul futuro del movimento

I 6 punti programmatici delle Sardine: l’annuncio di Mattia Santori dal palco di San Giovanni a Roma

Manifestazione nazionale Sardine a Roma: diretta LIVE streaming

Io sono Mattia: eravamo 6mila e ora siamo 200mila. Noi Sardine da tutt’Italia salveremo i giovani e sconfiggeremo l’odio di Salvini”

854
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.