Me

Laura Ravetto (FI) a TPI: “Centrodestra unito in Umbria per mandare a casa questo governo”

Laura Ravetto ha spiegato le ragioni del sì di Forza Italia al ddl sul taglio dei parlamentari e ha annunciato che le sorprese potrebbero arrivare in qualunque momento

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 7 Ott. 2019 alle 20:18 Aggiornato il 7 Ott. 2019 alle 23:20
Immagine di copertina

Ravetto (Forza Italia): “Centrodestra unito per elezioni in Umbria”

“Non è una proposta originaria del Movimento Cinque Stelle, ci venne scopiazzata da Renzi. Incredibilmente oggi qui assistiamo all’ennesima conversione del Pd che oggi vota a favore di questa modifica. Cosa ha fatto cambiare idea al Pd? Scambio di favori. Temo sia solo l’elemento per mantenere in vita di questo governo posticcio. Per mantenere gli incarichi di tutti i parlamentari e possibilmente di alcuni ministri. Il taglio dei deputati ha per noi un senso se rapportato alle altre assemblee.

Così ha parlato oggi in Aula Laura Ravetto, annunciando il di Forza Italia al ddl sul taglio dei parlamentari. Ai microfoni di TPI ha spiegato i motivi di questa scelta e ha annunciato che le sorprese potrebbero arrivare in qualunque momento.

Taglio dei parlamentari, Forza Italia ci aveva già pensato da tempo.

Avevamo fatto una proposta di riforma, affossata dalla sinistra, sono stati incoerenti loro. Se si sceglierà di votare sono certa che Forza Italia voterà a favore. Ma bisogna specificare che se si dovesse ravvisare che la maggioranza non ha i numeri, è chiaro che tutti e tre gli alleati di centro destra potrebbero decidere di non votare, per mettere in difficoltà in governo.

Anche a discapito di una proposta che ritenete giusta e che avete promosso voi stessi?

Bisogna distinguere la tattica dal voto. Secondo me, trattandosi di un voto palese, succederà che alla fine i numeri ci saranno.

È lecito che l’opposizione faccia il suo primo lavoro: ossia far cadere il governo.

Da chi dipenderà questa decisione?

Lo valutano i vertici, se non ci sono i numeri. È il pd che dopo averci detto che era una misura demagogica, ha cambiato idea sul presupposto. Se loro la vogliono vendere come uno scambio di provvedimento fatti loro.

Cosa vi aspettate dal voto in Umbria?

Dall’Umbria auspichiamo che arrivi l’avviso di sfratto a questo governo, corriamo uniti per dimostrare che la maggioranza degli italiani vuole un governo di centro destra, lo ha detto in tutte le realtà regionali. È un dato di realtà vs manovre di palazzo.

In Umbria Fi-Lega-FdI uniti, ma non solo in Umbria.

Ci sentiamo forti come sempre in Umbria, questo è il primo appuntamento in cui mandare un messaggio chiaro a questo governo: andatevene via, vogliamo il buon governo delle regioni. Negatività rispetto a operazioni di palazzo.

Assetto dei nostri elettori ci vuole uniti, vogliamo interpretare questa volontà. Chi intende smarcarsi da questa unità vuole compromettere l’andamento del voto.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Ha paura che Fratelli d’Italia, oggi in forte crescita, possa mettere in ombra Forza Italia?

Non ho timori, partiamo da posizioni diverse e noi partiamo dal centro destra, nessuna paura, io sono contenta se gli alleati ottengono consenso.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Taglio dei parlamentari, oggi alla Camera la riforma che riduce di un terzo deputati e senatori