Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 12:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Elezioni in Umbria 2019, il flop dei sondaggi: nessuno aveva previsto un distacco così ampio

Immagine di copertina
Un seggio delle Regionali

A due settimane dal voto nessuno aveva indicato un divario così ampio tra Tesei e Bianconi

Elezioni in Umbria 2019, flop sondaggi

Dai risultati delle Elezioni Regionali in Umbria 2019 emerge un divario tra Donatella Tesei, candidata di centrodestra, e Vincenzo Bianconi, candidato civico sostenuto da centrosinistra e M5S, molto ampio, che non era mai stato indicato dai sondaggi in campagna elettorale.

I risultati definitivi vedono la Tesei imporsi con il 57,5 per cento dei voti, staccando di 20 punti Vincenzo Bianconi. L’imprenditore si è infatti fermato al 37,5 per cento.

Ma prima del voto tutte le rilevazioni sulle intenzioni di voto avevano sempre stimato un gap tra i due principali candidati inferiore ai dieci punti percentuali. In qualche caso addirittura era stato segnalato un testa a testa tra candidata del centrodestra e candidato di centrosinistra e Movimento 5 Stelle.

I risultati delle Elezioni Regionali in Umbria

Gli exit poll delle Elezioni Regionali in Umbria

I numeri

Le rilevazioni sulle intenzioni di voto come prescrive la legge sono pubblicabili fino a due settimane dalle urne. E i numeri sul consenso alle Regionali in Umbria diffusi fino all’11 ottobre, elencati da TPI, segnalavano il gap tra le due principali coalizioni oscillare fino a un massimo di 8 punti percentuali.

Elezioni Regionali in Umbria, tutti i sondaggi prima del voto

Nel dettaglio, il sondaggio realizzato dall’istituto demoscopico Noto diffuso giovedì 10 ottobre nel corso del programma di Raiuno Porta a Porta attribuiva a Tesei un consenso tra il 47 e il 51 per cento. Bianconi invece veniva indicato tra il 39 e il 43 per cento delle preferenze.

Leggermente più basso, invece, era il divario centrodestra-centrosinistra nella rilevazione della società demoscopica Swg realizzata tra il primo e il 7 ottobre e pubblicato il 10 ottobre sul Messaggero. Tesei era stata indicata tra il 48 e il 52 per cento e Bianconi tra il 41 e il 45 per cento.

Una situazione di testa a testa è stata descritta invece da Ixè. Il sondaggio realizzato tra il 5 e l’8 ottobre e presentato l’8 ottobre durante il programma di Raitre Cartabianca stimava Bianconi avanti di pochi punti decimali, al 29,7 per cento, contro il 29,4 di Tesei.

Pochi punti di margine erano stati indicati anche ad un mese dal voto dal sondaggio di Quorum effettuato tra il 25 e il 27 settembre e diffuso il 29 settembre dall’agenzia di stampa Agi. La rilevazione indicava Tesei al 47,2 per cento o Bianconi al 43,1 per cento.

Elezioni Regionali in Umbria 2019, Salvini: “Impresa storica”

Ti potrebbe interessare
Politica / Fonti del Governo a TPI: “Letta-Salvini? Scontro finto solo per darsi un’identità, Draghi non rischia nulla”
Politica / Draghi respinge i veti di Salvini: rispetterà gli impegni col Paese e l’Europa e farà le riforme
Politica / Letta risponde a Salvini: “Se dice no a riforme, esca dal governo”
Ti potrebbe interessare
Politica / Fonti del Governo a TPI: “Letta-Salvini? Scontro finto solo per darsi un’identità, Draghi non rischia nulla”
Politica / Draghi respinge i veti di Salvini: rispetterà gli impegni col Paese e l’Europa e farà le riforme
Politica / Letta risponde a Salvini: “Se dice no a riforme, esca dal governo”
Politica / Speranza: "C'è chi lavora a un governo Meloni-Salvini"
Politica / Salvini rilancia la candidatura di Draghi al Quirinale
Opinioni / Il libro di Giorgia Meloni: ovvero quando la biografia cede il passo alla mistificazione della realtà (di E. Franchin)
Opinioni / Il centrodestra sogna il Corriere della Sera: ecco cosa c’è dietro l’operazione Sallusti-Libero
Politica / “Berlusconi sta bene”: smentite le voci sulla morte del leader di Forza Italia
Politica / Letta: “L’Ue fermi Israele, questa non è legittima difesa”
Politica / Il Copasir chiede a Draghi un’indagine sull’incontro tra Renzi e Mancini all’Autogrill