Suppletive in Umbria, la Lega organizza una festa con 60 persone nonostante l’emergenza Coronavirus

Le foto, pubblicate e poi rimosse dalla deputata leghista Barbara Saltamartini, hanno fatto il giro del web scatenando diverse polemiche: "In Lombardia stiamo morendo e lei dovrebbe dare l’esempio"

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 9 Mar. 2020 alle 15:47 Aggiornato il 9 Mar. 2020 alle 16:18
2.4k
Immagine di copertina
La foto, pubblicata su Facebook e poi rimossa, della deputata leghista Barbara Saltamartini

Suppletive Umbria, festa Lega con 60 persone nonostante il Coronavirus | La foto

Nel suo ultimo decreto legato all’emergenza Coronavirus, il governo ha chiesto a tutti i cittadini di evitare assembramenti di persone in tutta Italia (e non solo nelle zone in quarantena), invitando a mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro e soprattutto a essere cauti: eppure ieri, dopo la vittoria della candidata Valeria Alessandrini alle elezioni suppletive in Umbria, la Lega ha organizzato una festa con 60 persone. In una casa privata, a Terni, contravvenendo quindi a tutte le richieste dell’esecutivo.

La notizia ha fatto il giro del web soprattutto perché la deputata leghista Barbara Saltamartini ha pubblicato un post – poi rimosso – sulla sua pagina Facebook con tanto di foto dei festeggiamenti. “Non era facile né scontato vincere anche questa sfida elettorale – scriveva la parlamentare del Carroccio – ma ancora una volta abbiamo raggiunto l’obiettivo, nonostante il momento delicato in cui vive tutta l’Italia a seguito dell’emergenza Coronavirus”.

elezioni suppletive umbria lega coronavirus
Il post su Facebook di Barbara Saltamartini, poi rimosso

In poche ore, però, il post ha provocato fiumi di polemiche. Il messaggio di Saltamartini, infatti, è stato preso di mira da molti utenti, che hanno criticato la scelta di organizzare una festa al chiuso nonostante l’emergenza e le richieste del governo. “Ma non si vergogna?”, chiedono molti cittadini su Facebook. “Ci sono disposizioni governative – fa notare un altro utente – per la salute delle persone. In Lombardia stiamo morendo! Morendo, ha capito? Lei da parlamentare dovrebbe dare l’esempio e cosa fa? Un’ammucchiata! Rispetto! Vergogna! Dov’è la distanza di un metro? Siete in un locale al chiuso e fate finta di nulla”.

Come già anticipato, anche a causa delle polemiche provocate, Saltamartini ha poi rimosso il post su Facebook, ma non ha commentato l’accaduto.

Coronavirus, Conte: non facciamo i furbi, rispettiamo le misure:

Leggi anche:

1. Il testo integrale del decreto che “chiude” la Lombardia e altre 14 province / 2. Terapie intensive al collasso: “Rischio calamità sanitaria”/ 3. Stanno finendo i posti in terapia intensiva: tutti i dati della catastrofe sanitaria

4. Nuovo decreto Coronavirus, Lombardia e 14 province chiuse: 16 milioni di italiani in quarantena. Cosa è vietato fare da oggi nelle zone rosse (e nel resto d’Italia) / 5. Coronavirus, l’esperto: “L’epidemia non finirà quest’anno” / 6. Dalle multe fino all’arresto: cosa rischia chi viola la quarantena in Italia

7. Coronavirus, Giro d’Italia e Euro 2020: gli eventi sportivi a rischio stop (e quelli già cancellati) / 8. Coronavirus, il grande esodo degli incoscienti: centinaia di persone in fuga dalla Lombardia nonostante l’invito a restare a casa. Video reportage da Milano Centrale / 9. Coronavirus, i governatori del Sud Italia minacciano l’arresto per chi scappa dalle zone rosse

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

2.4k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.