Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Elezioni regionali Veneto 2020, i candidati: da Zaia a Lorenzoni, tutti i nomi in lizza per il ruolo da presidente

Immagine di copertina
I candidati per la Regione Veneto

Elezioni regionali Veneto 2020, i candidati: tutti i nomi, da Zaia a Lorenzoni

Sono in tutto nove i candidati per il ruolo di governatore alle elezioni regionali in Veneto del 20-21 settembre 2020: saranno una domenica e un lunedì decisamente fuori dal comune, visto che si tratta di un Election Day (nello stesso giorno, oltre che per l’elezione del nuovo presidente e del consiglio regionale, si voterà anche per il referendum sul taglio dei parlamentari e in 16 comuni liguri per il primo turno delle elezioni amministrative).

Luca Zaia è il grande favorito anche in assenza di sondaggi ufficiali soprattutto dopo la grande popolarità acquisita durante l’emergenza Coronavirus e correrà per cercare di ottenere il terzo mandato consecutivo alla guida della coalizione di centrodestra. In Veneto non ci sarà un’alleanza tra il centrosinistra e il Movimento 5 Stelle, con i pentastellati che, tramite le consuete regionarie, hanno scelto l’ex senatore Enrico Cappelletti come loro candidato. Il Partito Democratico poi ha fatto la sua mossa ufficializzando Arturo Lorenzoni.

Ma vediamo nel dettaglio chi sono i candidati governatori alla Regione Veneto e quali sono le liste che li appoggiano.

Luca Zaia | Centrodestra

Zaia, alla guida della Regione dal 2010, sembra destinato alla riconferma. La sorpresa casomai potrebbe risiedere nel fatto che la sua civica del presidente potrebbe superare nei consensi la stessa Lega. Inoltre, suo malgrado, il presidente uscente sarà avvantaggiato anche dal fatto che il diretto avversario, Lorenzoni, è risultato positivo al test del Coronavirus pertanto la sua campagna elettorale “in strada” è finita e dovrà concentrarsi principalmente su televisione e social.

Arturo Lorenzoni | Pd

Arturo Lorenzoni, iscritto e sostenuto dal Partito Democratico, Europa Verde, Il Veneto che Vogliamo, Sanca Autonomia e Più Veneto in Europa-Volt. Il professore Arturo Lorenzoni, già vicesindaco di Padova, docente universitario, aveva dovuto annullare l’incontro e la conferenza stampa con il segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, perché aveva infatti accusato la febbre e qualche sintomo che lo hanno indotto ad effettuare il tampone.

Enrico Cappelletti | Movimento 5 Stelle

Ex senatore vicentino, Enrico Cappelletti, candidato-presidente per le regionali di settembre, racconta un Veneto diverso da quello che la narrazione del governatore leghista dispensa ogni giorno da quattro mesi nelle conferenze stampa quotidiane per l’emergenza Covid. È tra i senatori dei pentastellati dal 2013 ed è stato membro della Commissione Giustizia depositando diversi disegni di legge in materia di riforma della prescrizione, concussione e abuso d’ufficio.

Elezioni regionali Liguria, gli altri candidati

Daniela Sbrollini, candidata per Italia Viva, Partito Socialista, Partito Repubblicano e Civica Veneto.

Paolo Benvegnù, sostenuto da Solidarietà Ambiente Lavoro; Patrizia Bertelle, per Italia in Comune;

Paolo Girotto, sostenuto da Movimento 3V Libertà di scelta;

Antonio Guadagnini, assieme al Partito dei Veneti;

Simonetta Rubinato, con Veneto Rubinato.

Leggi anche: 1. Gli ultimi sondaggi sulle elezioni regionali: il centrodestra vince 4-2 / 2. Veneto, il candidato del centrosinistra alle Regionali Lorenzoni è positivo /3. Zaia apprezzato in Veneto dopo la gestione Coronavirus 

Ti potrebbe interessare
Politica / Castellina: “Quirinale? Spero in un bis di Mattarella. Tra le donne la mia scelta è Rosy Bindi”
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Ti potrebbe interessare
Politica / Castellina: “Quirinale? Spero in un bis di Mattarella. Tra le donne la mia scelta è Rosy Bindi”
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Politica / “Vogliono tappare la bocca a Report”: parla Sigfrido Ranucci
Politica / “Caro TPI, sì è vero, sono un metallaro in pa-Pillon”: parla il senatore leghista
Politica / La politica è ormai latitante sulla mafia
Opinioni / Non tagliamo le ali della Repubblica (di G. Bettini)
Politica / Firmato il Trattato del Quirinale tra Italia e Francia, Draghi: “Patto storico”
Politica / L’Economist incorona Giorgia Meloni: “Può diventare la prima premier donna in Italia”
Politica / Melicchio (M5S) a TPI: “Ringraziare i ricercatori precari a parole non ha senso se non vengono assunti dal Cnr”