Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

Elezioni regionali Campania 2020, gli exit poll: i dati alla chiusura delle urne

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 21 Set. 2020 alle 14:03 Aggiornato il 21 Set. 2020 alle 15:23
0

Elezioni regionali Campania 2020, gli exit poll: i dati alla chiusura delle urne

Alle 15 di oggi si sono chiusi i seggi in Campania per le elezioni Regionali: grande attesa per gli exit poll, che servono a farsi un’idea della piega che i risultati prenderanno nel corso dello spoglio. Ieri e oggi, domenica 21 e lunedì 22 settembre 2020, i campani sono stati chiamati a esprimersi non soltanto per il rinnovo del consiglio regionale e del ruolo di governatore, ma anche per il referendum sul taglio dei parlamentari e in 16 comuni per il primo turno delle elezioni amministrative.

Exit poll Campania:

  • De Luca 54% – 58%
  • Caldoro 23% – 27%

Gli exit poll accordano una maggioranza netta al governatore uscente, Vincenzo De Luca. Molto indietro il candidato del centrodestra, Stefano Caldoro.

Elezioni regionali Campania 2020, la legge elettorale

La votazione per l’elezione del Presidente della Giunta regionale e per l’elezione del Consiglio regionale avviene su un’unica scheda, come prevede la legge elettorale della Regione Campania numero 4 del 27 marzo 2009. Per ognuna delle 5 Circoscrizioni elettorali (Napoli, Avellino, Benevento, Caserta, Salerno) è stato approvato un modello di scheda con i candidati presidenti e i simboli delle liste collegate, se presenti in quella circoscrizione. Sulla scheda, quindi, si troveranno i nomi dei candidati alla carica di Presidente, scritti all’interno di un apposito rettangolo, al cui fianco sono riportati, racchiusi in un rettangolo più grande tutte le liste collegate a quel candidato presidente.

Vi è inoltre la possibilità del cosiddetto “voto disgiunto”, ad esempio, votare un candidato alla carica di presidente della giunta regionale, tracciando un segno (per esempio una X) sul nome del governatore scelto, e una lista a lui non collegata, tracciando un altro segno (per esempio una X) sulla lista di un altro schieramento. Si può esprimere poi la preferenza per un candidato consigliere regionale, scrivendo il cognome oppure il nome ed il cognome del candidato accanto alla sua lista. In questo caso, si possono esprimere anche due voti di preferenza per due consiglieri diversi entrambi nella stessa lista, ma uno deve essere un candidato di genere maschile e l’altra un candidato di genere femminile della stessa lista, pena l’annullamento della seconda preferenza.

TUTTO SULLE ELEZIONI REGIONALI 2020

Leggi anche: 1. Liguria, Sansa a TPI: “Di Maio? Neanche lo conosco, ma il M5S è con me e mi basta questo” / 2. Regionali, niente alleanze col M5s. Ora per il Pd è rischio disfatta: può regalare tre regioni a Salvini / 3. Regionali Puglia: secondo i sondaggi Fitto è in lieve vantaggio sul governatore uscente Emiliano / 4. Regionali, sorpresa in Toscana: secondo i sondaggi Giani è davanti alla Ceccardi soltanto di mezzo punto

Qui tutte le notizie sulle elezioni regionali 2020

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.