Me
HomePolitica

Elezioni europee 2019 affluenza: i dati nei paesi Ue

Di Laura Melissari
Pubblicato il 26 Mag. 2019 alle 23:59 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:58
Immagine di copertina

Elezioni europee 2019 affluenza | Elezioni europee

Elezioni europee 2019 affluenza – Quattrocento milioni di cittadini sono stati chiamati a eleggere i propri rappresentati, 751, nel Parlamento europeo. Quelle tenutesi dal 23 al 26 maggio sono state le none elezioni europee.

Non sai chi votare alle europee? Scoprilo rispondendo a 30 domande

Nonostante sia ormai un appuntamento consolidato, però, i cittadini ancora non riescono ad “affezionarsi” a questo appuntamento elettorale, tanto da aver convinto il parlamento Ue a organizzare una campagna informativa volta a combattere l’astensionismo.

“Le nostre stime dimostrano che l’affluenza preliminare alle Europee nei 28 Paesi dell’Unione è al 50,5 per cento, 8 punti percentuali in più rispetto al 2014. Il più alto degli ultimi 20 anni, e rappresenta il primo aumento significativo dalle prime elezioni del 1979. I cittadini hanno capito che l’Ue è parte del loro futuro”. Così il portavoce del Parlamento europeo Jaume Duch.

Vediamo se la sfida lanciata dall’Ue è stata vinta in Italia e non solo.

Elezioni europee 2019 affluenza | L’affluenza in Italia

Elezioni europee 2019 affluenza – aggiornamento ore 19 – Elezioni europee in Italia: alle 19 affluenza al 42 per cento.

Alle ore 12 l’affluenza in Italia è stata pari al 15,9 per cento degli elettori.

Nel 2014 sono stati 28.991,258, pari al 57,22 per cento dei 50.662,460 degli aventi diritto. Un dato in netto calo rispetto alla precedente tornata elettorale europea, svoltasi nel 2009, quando il 66,43 per cento degli italiani si era recato alle urne.

I numeri sono ampiamente superiori rispetto alla media europea, ma in perenne flessione rispetto alle prime elezioni europee, che si sono tenute nel 1979.

All’epoca, infatti, si recarono alle urne l’85,65 per cento degli aventi diritto. Questo è il dato massimo ottenuto in un’elezione europea italiana, mentre il minimo è rappresentato proprio da quello del 2014.

L’affluenza nei paesi europei

Come detto nel resto dei paesi europei non va meglio, anzi. Nella storia della tornata elettorale, dal 1979 a oggi, i cittadini europei non si sono recati mai in massa alle urne.

Se nel 1979 l’affluenza era del 61,99, nel 2014 è scesa al 42,61 finora il dato peggiore in assoluto, anche se di poco inferiore al 42,97 registrato cinque anni prima, nel 2009.

Elezioni europee 2019 affluenza | Paesi Bassi 

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Il primo paese dove si è votato sono i Paesi Bassi dove il dato dell’affluenza è in aumento rispetto al 2014. A votare, infatti, sono andati il 41,2 per cento degli olandesi contro il 37,3 per cento di cinque anni prima.

Regno Unito

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Grande curiosità, causa Brexit e tutto ciò che ne è conseguito, c’era sui dati dell’affluenza del Regno Unito.

Elezioni europee 2019 affluenza: i dati nei paesi Ue

Francia Alle elezioni europee in Francia ha votato il 50,97 per cento degli aventi diritto, secondo i risultati definitivi.

Estonia – L’affluenza è stata del 37,70.

Spagna Alto il dato definitivo dell’affluenza in Spagna, dove ha votato il 64,3 per cento della popolazione. 

Polonia – In Polonia l’affluenza è stata del 43 per cento.

Austria – Vero e proprio boom nell’affluenza in Austria: il 59,3 per cento degli elettori ha espresso il proprio voto.

Ungheria – A votare è stato il 43,4 per cento dei cittadini aventi diritto. 

Repubblica Ceca Il 28,72 per cento degli elettori si è recato alla urne per eleggere i rappresentanti all’Europarlamento.

Lettonia – A votare è stato il 33,6 per cento dei cittadini.

Malta – Uno dei risultati migliori in termini di affluenza si è registrato a Malta, dove a votare è stato il 72,6 per cento degli elettori.

Slovacchia – Basso invece il dato che emerge dall’affluenza in Slovacchia, ferma al 22,74

Germania – Al 61,4 invece l’affluenza in Germania dove si è registrato un trionfo dei Verdi.

Bulgaria – Al 30,8 il dato dell’affluenza in Bulgari.

Croazia – Solo il 29,6 per cento degli elettori croati si è recato alle urne per le elezioni europee.

Romania – In Romania ha votato il 40,2 per cento degli elettori secondo quanto emerge dai dati sull’affluenza.

Belgio – Il migliore risultato in termini di affluenza è stato registrato invece in Belgio, dove a votare è stato l’89 per cento della popolazione attiva.

Grecia – Il 57 per cento degli elettori ha espresso la propria preferenza nelle urne greche.

Portogallo – In Portogallo ha votato il 30 per cento degli aventi diritto.

Svezia – Il 53,3 per cento ha votato alle urne svedesi.

Danimarca – Al 66,6 per cento l’affluenza in Danimarca.

Finlandia – Il 40,7 per cento degli elettori ha votato nel paese scandinavo.

Lituania – In Lituania si è recato alle urne il 52 per cento degli aventi diritto.

Slovenia – Bassa l’affluenza in Slovenia, che si ferma al 22,7.

Cipro – Nell’isola ha votato il 45 per cento degli elettori.

Lussemburgo –Alta l’affluenza in Lussemburgo, pari all’84 per cento.

Qui una serie di link utili sulle elezioni europee 2019:

• Quando si vota in Italia

• Come si vota: la guida al voto

• Quali sono i documenti da portare al seggio

• Chi sono i candidati di ogni partito

• Cosa dicono gli ultimi sondaggi elettorali

• Quali sono i gruppi politici del Parlamento Ue