Elezioni Calabria 2020 | Candidati, programmi, guida al voto: tutto quello che c’è da sapere sulle regionali del 26 gennaio

I cittadini si recheranno alle urne per eleggere il nuovo presidente della Regione e per il rinnovo del Consiglio regionale

Di Anna Ditta
Pubblicato il 17 Gen. 2020 alle 17:45 Aggiornato il 17 Gen. 2020 alle 19:30
1
Immagine di copertina
I candidati alla presidenza della regione Calabria. Dalla foto in alto a sinistra in senso orario: Pippo Callipo, Carlo Tansi, Francesco Aiello e Jole Santelli.

Elezioni Calabria 2020 | Candidati, programmi, guida al voto

Domenica 26 gennaio 2020 si tengono le elezioni regionali in Calabria, dove si vota per eleggere il nuovo presidente della Regione e per il rinnovo del Consiglio regionale. Lo stesso giorno si voterà anche in Emilia-Romagna (qui tutte le ultime notizie sul voto in Emilia Romagna).

TPI seguirà gli exit poll e i risultati delle elezioni con uno speciale in diretta sul sito e sulla pagina Facebook del giornale a partire dalle 22 e fino alle 3 di notte.

I seggi saranno aperti dalle ore 7 alle 23 e subito dopo via alle operazioni di spoglio delle schede: nella notte tra il 26 e il 27 gennaio si saprà chi ha vinto.

I principali candidati governatori sono: Pippo Callipo del Pd, Francesco Aiello per il M5s e Jole Santelli di Forza Italia, appoggiata da tutto il centrodestra.

Le elezioni regionali Calabria 2020 (insieme al voto in Emilia-Romagna) sono un appuntamento molto atteso anche a livello nazionale: un eventuale successo del centrodestra metterebbe in difficoltà la tenuta del Governo Conte 2, sostenuto da Pd, M5S, Italia Viva e Leu.

Elezioni Calabria 2020: i candidati

I candidati alla presidenza della regione Calabria sono quattro:

– Jole Santelli. Deputata di Forza Italia, la sua candidatura è appoggiata da tutto il centrodestra. Le liste che la sostengono sono Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Unione di Centro, Santelli Presidente, Casa delle Libertà.

Santelli è nata a Cosenza il 28 dicembre 1968 ed è avvocato. Legata a FI fin dal 1994, è stata vicesindaco di Cosenza ed è stata eletta per la prima volta alla Camera dal 2001. È coordinatrice di Forza Italia in Calabria, è stata vicesindaco di Cosenza e deputata alla Camera dal 2001. Ha ricoperto l’incarico di sottosegretario di Stato al ministero della Giustizia e al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il 14 novembre del 2018 è stata eletta vicepresidente della Commissione parlamentare antimafia (qui il suo profilo).

– Filippo Callipo detto “Pippo” è un candidato indipendente sostenuto dal centrosinistra. Con lui si sono schierate le liste: Partito Democratico, Democratici e Progressisti, Io Resto in Calabria.

Imprenditore del settore ittico, Callipo è nato a Pizzo Calabro nel ’46. Dal 1981 guida il gruppo imprenditoriale Callipo Group e tra il 2001 e il 2006 è stato presidente della Confindustria calabrese. Nel 2005 è stato nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. È inoltre proprietario della squadra di pallavolo maschile di Vibo Valentia, la Volley Tonno Callipo Calabria (qui il suo profilo).

– Francesco Aiello è il candidato del Movimento 5 stelle, sostenuto anche dalla lista Calabria civica- Liberi di cambiare.

Classe 1965, Aiello è docente universitario di economia. Nel 2015 ha fondato OpenCalabria, il portale di divulgazione economica dedicato agli studi di economia regionale e all’elaborazione di proposte di sviluppo locale. Attualmente insegna “Politica Economica” al corso di Laurea in Economia ed “Economia Internazionale” al corso di Laurea Magistrale in Economia e Commercio dell’Università della Calabria (qui il suo profilo).

– Carlo Tansi è il candidato sostenuto dalle liste civiche: Tesoro Calabria, Calabria Libera, Calabria Pulita.

Tansi è nato a Cosenza il 22 luglio del 1962 ed è l’ex responsabile della Protezione civile regionale calabrese. Non ha mai militato in partiti, né ricoperto incarichi politici. Si definisce “un acceso ambientalista e appassionato di grandi battaglie sociali”.

Elezioni Calabria 2020: i programmi

Lo slogan della campagna di Jole Santelli è “Calabria protagonista”. La candidata del centrodestra ha detto che le prime azioni di governo, nel caso fosse eletta presidente, saranno rivolte verso “le emergenze, dalla sanità al welfare, alla sicurezza”, perché la Calabria “non può continuare ad essere terra di diritti negati”.

Il programma di Pippo Callipo è racchiuso in 10 punti, tra cui legalità, sanità e politiche sociali, occupazione, istruzione e cultura, ambiente, turismo, infrastrutture.  “Nessuno spazio a privilegi, clientelismi, favoritismi, perché il diritto non venga più spacciato come favore”, si legge nel primo punto del programma. Il suo slogan è racchiuso in una parola: “fiducia”.

Francesco Aiello ha indicato come “priorità” nella sua agenda di governo: sanità, lavoro, agevolazioni per le imprese, eco-sviluppo, riforma della burocrazia regionale, divari di produttività, produzioni identitarie, internazionalizzazione e competitività, ZES Calabria, fusioni tra piccoli comuni, ricerca e sviluppo, anticorruzione, tutela dell’ambiente, diritti di cittadinanza, sistema dei trasporti, valorizzazione della cultura e dell’università, programmazione turistica per valorizzare le specificità dei singoli territori. Lo slogan della sua campagna elettorale è “Liberi di cambiare”.

Per quanto riguarda il programma di Carlo Tansi, tra gli obiettivi della sua candidatura ci sono la “lotta incessante, determinata e concreta contro la ‘ndrangheta” e la volontà di “garantire ai calabresi i diritti negati”: diritto al Lavoro, alla Salute e all’Assistenza Sociale, diritto alla Sicurezza del Territorio e degli Edifici, diritto a una Terra e a un Mare puliti, diritto alla Mobilità, diritto allo Studio, diritto di fare Impresa, diritto all’Acqua Pubblica.

Qui più dettagli sui programmi elettorali dei candidati in Calabria.

Elezioni Calabria 2020: sistema elettorale

Il sistema elettorale calabrese è basato sulla legge elettorale approvata dal consiglio regionale calabrese l’11 settembre 2014, finora utilizzata solo una volta, che ha modificato le soglie di sbarramento per poter accedere al Consiglio regionale. Infatti, non sono ammesse al riparto dei seggi le liste circoscrizionali il cui gruppo, anche se collegato a una lista regionale che ha superato la percentuale dell’8 per cento, non abbia ottenuto, nell’intero territorio regionale, almeno il 4 per cento dei voti validi.

Dei trenta seggi del Consiglio regionale, 24 saranno ripartiti in maniera proporzionale nelle tre circoscrizioni, mentre i restanti 6 saranno assegnati alle liste che appoggiano il candidato vincitore ma, se queste nel totale dovessero superare il 50 per cento, il premio di maggioranza (del 55 per cento) sarà dimezzato a 3 seggi.

Elezioni Emilia Romagna 2020: come si vota

La scheda elettorale per le elezioni regionali è unica perché comprende sia i candidati alla presidenza della Regione sia le liste regionali, ciascuna delle quali è collegata ad un candidato presidente.

Gli elettori dovranno presentarsi al seggio con un documento di riconoscimento valido e la tessera elettorale. Si può votare tracciando un segno solo sul nome di un candidato alla carica di presidente, oppure tracciando un segno su un candidato e sul simbolo di una delle liste ad esso collegate, o infine solo tracciando il segno sul simbolo di una lista. Non è ammesso il voto disgiunto.

È possibile esprimere un solo voto di preferenza per un candidato al Consiglio regionale.

Elezioni Calabria 2020: un po’ di numeri

Domenica 26 gennaio saranno quasi 1,9 milioni i cittadini chiamati alle urne per le elezioni regionali in Calabria.

Le circoscrizioni elettorali (che con il precedente sistema elettorale erano cinque) sono state ridotte a tre: Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, Cosenza, Reggio Calabria. I consiglieri da eleggere in totale sono 30.

Elezioni Calabria: come andò l’ultima volta

Le ultime elezioni regionali in Calabria si sono tenute il 23 novembre 2014 e hanno sancito la vittoria del candidato Pd Mario Oliverio contro Wanda Ferro (Forza Italia) con oltre il 61 per cento dei voti (contro il 23 per cento). Il candidato del Movimento Cinque Stelle aveva ottenuto il 4,9 per cento. L’affluenza era stata del 44,07 per cento.

Leggi anche:

Tutte le notizie sulle elezioni regionali 2020 in Calabria

Elezioni in Calabria 2020: i risultati nello speciale diretta video TPI

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.