Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 14:31
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Draghi vuole disinnescare la mina Conte: per lui un incarico da ministro? (di M. Antonellis)

Immagine di copertina

I numeri parlamentari saranno la grande sfida di Mario Draghi e di Sergio Mattarella. Il presidente incaricato dal Capo dello Stato sa già che dovrà sminare il terreno dalle insidie dei partiti, timorosi di “non toccare palla”, a cominciare dai 5Stelle, il partito di Giuseppe Conte e Beppe Grillo. La strategia però è già stata discussa con il Quirinale e il modo per non farsi votare contro e per togliere argomenti al partito del “no Draghi” è già stato deciso: offrire a Giuseppe Conte (che peraltro è un tecnico anche lui) un ministero di primo piano nel Draghi 1.

A questo punto, per i 5Stelle sarebbe impossibile negare la fiducia al nascituro governo“, fanno sapere fonti che stanno seguendo la trattativa. Non per niente un uomo da sempre vicinissimo al Quirinale come Dario Franceschini si è detto “convinto che Conte, dopo aver ha servito il paese in un momento difficile, sarà coerentemente il primo e più e convinto sostenitore di Draghi“. Il ministero per Conte potrebbe essere quello degli Esteri ora appannaggio di Luigi Di Maio. Per questo, al Colle in queste ore non vengono minimamente prese in considerazione da parte del Capo dello Stato gli “spin” riguardanti Beppe Grillo che evidenzierebbero la contrarietà del comico genovese alla nascita del “governo del Presidente”. Un governo, che se dovesse morire sul nascere, non potrebbe non provocare anche la delegittimazione dell’attuale inquilino del Quirinale che così fortemente lo ha voluto.

Leggi anche: 1. Perché bisogna dire no a Draghi (di Alessandro Di Battista); // 2. L’ideologo della Meloni: “Draghi ora può spaccare il centrodestra”. Parla Crosetto a TPI (di Giulio Gambino); // 3. Sono grato a Conte. La prospettiva politica dell’alleanza giallorossa non va dispersa (di Goffredo Bettini); // 4 Ecco chi ha convinto Mattarella a chiamare Draghi per un governo di alto profilo (di Marco Antonellis); // 5. Forciniti (M5s) a TPI: “Compatti nel no a Draghi, con lui la vittoria dell’austerity”

Ti potrebbe interessare
Politica / Giorgia Meloni si è vaccinata: prima dose allo Spallanzani di Roma
Politica / Milano, Gino Strada sul candidato sindaco con la pistola: “Arma in ospedale? Chiamerei guardia psichiatrica”
Politica / Rai, il centrodestra diviso ha consegnato Viale Mazzini al Pd: ora Draghi è costretto a mediare
Ti potrebbe interessare
Politica / Giorgia Meloni si è vaccinata: prima dose allo Spallanzani di Roma
Politica / Milano, Gino Strada sul candidato sindaco con la pistola: “Arma in ospedale? Chiamerei guardia psichiatrica”
Politica / Rai, il centrodestra diviso ha consegnato Viale Mazzini al Pd: ora Draghi è costretto a mediare
Politica / Mille euro di bonus vacanze per chi si vaccina: la proposta di un deputato di Forza Italia
Politica / L’ex sottosegretario di Prodi in piazza contro il Green Pass: “Sono complottologo”
Politica / Brunetta: “Vorrei il vaccino obbligatorio per i dipendenti pubblici”
Politica / A settembre si rischia ancora la Dad: dai vaccini ai trasporti, i nodi irrisolti. "È già tardi"
Politica / Sulla giustizia nessuno sfiducerà Draghi. “Al massimo 15 contrari nel M5S”
Politica / Milano, il candidato sindaco del centrodestra ammette: “Porto la pistola con me in ospedale. Ne ho titolo”
Politica / Enrico Letta ringrazia Salvini: "Ha fatto bene a vaccinarsi"