Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:14
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Direzione Pd, Zingaretti: “Serve una svolta”. L’attacco di Orfini: “Partito in lockdown politico. Governo a volte inadeguato”

Immagine di copertina
Nicola Zingaretti e Matteo Orfini (Credits: ANSA / ETTORE FERRARI)

Direzione Pd, Orfini: “Partito in lockdown, governo a volte inadeguato”

E’ il giorno della direzione Pd: oggi, lunedì 8 giugno 2020, il Partito democratico organizza per la prima volta in videoconferenza il consueto incontro per definire l’indirizzo politico dei prossimi mesi e il segretario Nicola Zingaretti, su questo tema, è molto chiaro: i dem saranno leali a questo Governo, anche per mancanza di alternative, ma spingeranno per una “svolta per il futuro” affinché venga presa la direzione giusta al bivio tra “Italietta” e un nuovo modello di sviluppo. Ma nel corso della giornata non mancano polemiche e dichiarazioni critiche, come quelle dell’ex presidente Pd Matteo Orfini: “Il partito – ha dichiarato – si è chiuso da mesi in un lockdown politico, mentre il Governo (sull’emergenza Coronavirus, ndr) si è dimostrato a volte inadeguato”. Nel corso della direzione, il Pd ha anche annunciato – sempre tramite Zingaretti – il suo assenso agli Stati Generali di Giuseppe Conte, ovvero la due giorni che il premier ha cercato di organizzare per mettere a punto le strategie economiche per la ripartenza del Paese. A fine luglio, invece, ci sarà l’assemblea del Pd per definire le scelte future del partito.

Zingaretti: “Nessuna contrapposizione a Conte, ma ora serve una svolta”

“Dobbiamo rivendicare al Pd – ha detto il segretario dem nel suo discorso introduttivo – di avere portato il Paese al punto in cui sta: la scelta di picconare l’Ue era la peggiore, ma noi abbiamo scommesso sull’impegno di cambiare l’Europa. Ora dobbiamo impegnarci perché il nuovo semestre a guida tedesca corrisponda a un balzo in avanti nella dimensione politica dell’Europa. Come ho detto, lo scenario pretende scelte nuove e una decisiva svolta da compiere insieme ai nostri alleati. Solo questo è stato il tema del confronto con Conte. Nessuna contrapposizione. Questa coalizione è l’unica che può stare insieme, non vedo alternative”.

Il discorso, poi, è caduto sul segretario della Lega, Matteo Salvini: “Se siamo qui non travolti dalla demagogia della destra è perché abbiamo dato vita al governo Conte, se non avessimo scelto quella strada di coraggio avremmo avuto anche durante l’emergenza un governo guidato dalla destra di Salvini e vi lascio immaginare in quale isolamento l’Italia si sarebbe trovata. Probabilmente nulla sarebbe stato ottenuto dall’Europa”. Sulle sfide del futuro per il Governo: “Sul tavolo del governo ci sono dossier importanti – penso a Mittal, Alitalia, Autostrade –  o i decreti semplificazioni e sicurezza. Il mio giudizio è fiducioso e dobbiamo chiamare il Paese a costruire fiducia, perché finora abbiamo combattuto con lo spirito e l’indirizzo giusto. Per la prima volta il governo italiano ha a disposizione ingenti risorse pubbliche anche europee dopo decenni di austerità. Penso si potrà aprire uno spazio da utilizzare per investimenti in interventi pubblici e privati”.

Orfini: “Pd in lockdown politico da mesi, Governo a volte inadeguato”

Per l’ex presidente dem, Matteo Orfini, il Pd si è “chiuso da mesi in un lockdown politico”, quando invece dovrebbe “assumere una iniziativa vera e forte”. Sull’emergenza Coronavirus “non tutto è andato bene – ha continuato – e non tutto sta andando bene. Il racconto trionfalistico stride con un Paese in cui cresce la sofferenza sociale e la gente rischia di morire di fame”. E’ a questo punto che arriva la stoccata al Governo: “Non possiamo scaricare la responsabilità su nessuno – ha dichiarato Orfini in videoconferenza – dato che il governo ha gestito questa crisi con pieni poteri, sostituendo le task force al Parlamento, e ha gestito spesso quei poteri in modo piuttosto confuso. A volte, è apparso un Governo inadeguato nella gestione e inesistente nella visione. E non possiamo dire solo che non c’è alternativa perché la politica serve esattamente a costruire alternative”.

Leggi anche:

1. PD contro Conte sugli Stati Generali: “Fa tutto da solo”. E spunta l’asse tra il premier e Casalino / 2. Sciogliere il Partito Democratico. L’idea che manda in tilt i notabili di sinistra / 3. Il PD annuncia una nuova legge contro l’apologia e la propaganda fascista / 4. “Basta autorizzare queste manifestazioni”: il Pd contro il raduno dell’ultradestra al Circo Massimo

Ti potrebbe interessare
Politica / Quanto guadagna il presidente della Repubblica italiana? Lo stipendio
Politica / La corsa al riarmo dell’Italia: col ministro Guerini boom di spese militari
Politica / Al Csm non badano a spese: i costi crescono malgrado la crisi
Ti potrebbe interessare
Politica / Quanto guadagna il presidente della Repubblica italiana? Lo stipendio
Politica / La corsa al riarmo dell’Italia: col ministro Guerini boom di spese militari
Politica / Al Csm non badano a spese: i costi crescono malgrado la crisi
Politica / Quirinale, oggi a Roma il vertice del centrodestra: Berlusconi medita il ritiro
Politica / Zanda a TPI: “L’erede di Mattarella non può essere Berlusconi. Serve un presidente che guardi al futuro”
Politica / Renzi: “Non vi preoccupante, entro venerdì avremo un nuovo presidente della Repubblica”
Politica / Quirinale, Salvini: “Il centrodestra farà proposte di alto livello. Non faccio nomi”
Cronaca / Bollette, il governo valuta nuove misure per contrastare i rincari record: oggi cabina di regia e consiglio dei ministri
Politica / Quirinale, il vice di Conte a TPI: “Pronti a votare con il centrodestra, serve un candidato che unisca”
Politica / Quirinale, Crippa (M5S): “Mattarella resta nome estremamente importante per noi”