Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:47
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Frosinone, consigliere comunale di una lista civica ed ex di Fratelli d’Italia posta un fotomontaggio no-vax di Auschwitz: “Il vaccino rende liberi”

Immagine di copertina

Consigliere No-Vax pubblica fotomontaggio di Auschwitz: “Il vaccino rende liberi”

Un consigliere comunale di Frosinone ha espresso le sue posizioni No-Vax postando sui social l’immagine ritoccata del cancello del campo di concentramento di Auschwitz con la scritta “Il vaccino rende liberi” anziché “Il lavoro rende liberi”.

Un’offesa alla memoria delle vittime dell’Olocausto che non è passata inosservata sui social e che hanno costretto Marco Ferrara, questo il nome del politico ora alla guida di una lista civica di centrodestra e con un passato da dirigente locale di Fratelli d’Italia, a cancellare il posto poche ore dopo la pubblicazione.

“Intendevo accostare il dolore della pandemia derivante dal Covid-19 all’intensità del dolore della Shoah”: così ha tentato di giustificarsi Ferrara, invitando, poi, a non discriminare chi deciderà di non fare il vaccino anti-Covid.

Ferrara ha sottolineato di non essere No-Vax, ma di non voler fare “da cavia” al siero sviluppato contro il Coronavirus perché non ritiene sicuro il vaccino.

Per farlo ha postato un’immagine, quella del campo di concentramento di Auschwitz, che da settimane circola sulle pagine dei No-Vax e di tutti coloro che sostengono che il vaccino non sarebbe sicuro e avrebbe provocato già diversi morti.

“Marco Ferrara ha espresso male il concetto del dolore e per questo ha chiesto scusa” ha dichiarato il sindaco di Frosinone, il leghista Nicola Ottaviani, mentre la consigliere regionale Marta Bonafoni, capogruppo della lista Zingaretti alla Regione Lazio, ha condannato “l’aberrante fotomontaggio in chiave negazionista” del consigliere.

Ferrara fino a un anno e mezzo fa militava nel partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, dal quale è stato espulso per alcune dichiarazioni non in linea con la dirigenza del partito.

Leggi anche: 1. “Guardate, il Covid non c’è”: negazionista filma ospedale vuoto, ma sbaglia l’ingresso / 2. Negazionista si ammala di Covid: “Credevo fosse una recita, ora mi hanno intubato”/ 3. Il geniale video dell’infermiera che distrugge i negazionisti Covid punto su punto

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
Ti potrebbe interessare
Politica / Monti: “Gli italiani? Hanno uno scarso livello di preparazione. Mia frase sull’informazione e il Covid infelice”
Politica / Quirinale, stop di Forza Italia a Draghi: “Se va al Colle si vota”. Ipotesi Cartabia prima donna premier
Politica / Draghi e i giovani: dialoghi sul futuro
Ti potrebbe interessare
Politica / Monti: “Gli italiani? Hanno uno scarso livello di preparazione. Mia frase sull’informazione e il Covid infelice”
Politica / Quirinale, stop di Forza Italia a Draghi: “Se va al Colle si vota”. Ipotesi Cartabia prima donna premier
Politica / Draghi e i giovani: dialoghi sul futuro
Politica / Renzi perde pezzi: il senatore Grimani lascia Italia Viva per il gruppo Misto
Politica / Il Viminale spende in calendari e zodiaco
Politica / Filarmonica internazionale Casellati: la mamma premia, il figlio dirige
Cronaca / Vaccino obbligatorio per tutti i lavoratori, l’ipotesi al vaglio del governo Draghi
Politica / Draghi sui migranti: “Arrivi 6 volte superiori al 2019, l’Italia non può fare da sola”
Politica / La rete di potere dell’avvocato renziano Alberto Bianchi della Fondazione Open
Politica / Non solo Renzi: così Mr. Astrazeneca cercava sponde anche nel M5S