Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:02
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Bombardieri (Uil): “Sul blocco dei licenziamenti il piano di Draghi è quello di Confindustria”

Immagine di copertina
Mario Draghi Credits: ANSA

“Il piano non si tocca, c’è la firma del premier”: a dirlo è Pierpaolo Bombardieri, segretario della Uil in un’intervista uscita oggi su La Stampa per commmentare la linea del governo di Mario Draghi volta a superare gradualmente il blocco ai licenziamenti introdotto in Italia dall’inizio della crisi innescata dalla pandemia di Covid.

“Per noi il piano che era stato approvato è imprescindibile – spiega Bombardieri – per noi quella non è una mediazione, ma è la posizione di Confindustria e glielo abbiamo fatto presente”. Dal fronte industriale, hanno obiettato che solo in Italia c’è stato un blocco dei licenziamenti e il segretario del sindacato risponde: “Vorrei ricordare che solo in Italia però è stato siglato lo scorso anno un accordo sulla sicurezza del lavoro che ha permesso al Paese di ripartire. Quindi, a livello di relazioni industriali se ne dovrebbe tener conto”.

“Vedremo quello che Salvini ci dirà la prossima settimana – sottolinea Bombardieri rispetto agli schieramenti dei vari partiti sul blocco licenziamenti – Il Movimento 5 Stelle mi sembra sia rimasto fedele a quello che aveva detto e lo stesso vale per il Pd, che non credo sia scondessare la linea del ministro Andrea Orlando”.

E per capire la posizione dei sindacati rispetto a uno sciopero generale, ecco le parole di Bombardieri: “Io sono sempre dell’avviso che gli scioperi non si proclamano, ma si fanno quando è il momento di farli. Ho visto una primavera di mobilitazioni, con centinaia di assemblee. Sarà un’estate complicata, perché i temi che stiamo chiedendo di affrontare non sono ancora stari pienamente considerati”.

“Non è vero però che non sono stati fatti passi avanti. Le pressioni fatte da Cgil Cisl e Uil hanno costretto il quadro politico a ridiscutere quella impostazione”, conclude il numero uno della Uil.

Ti potrebbe interessare
Politica / M5s, Grillo: “Conte ti sono utile, lo devi capire. Io garante, non cogl**ne”
Politica / Lo scudo legale è l’apostrofo rosa tra le parole Conte e Grillo
Politica / Draghi contro tutti: non si fida di Letta e Salvini, e con Conte è gelo totale
Ti potrebbe interessare
Politica / M5s, Grillo: “Conte ti sono utile, lo devi capire. Io garante, non cogl**ne”
Politica / Lo scudo legale è l’apostrofo rosa tra le parole Conte e Grillo
Politica / Draghi contro tutti: non si fida di Letta e Salvini, e con Conte è gelo totale
Politica / Ddl Zan, Draghi: “Il nostro è uno Stato laico, rispettiamo il Concordato. Parlamento libero”
Politica / Don Biancalani a TPI: “Ddl Zan serve, il Concordato? Chiediamocelo”
Politica / Congedo di paternità, la proposta del Pd: “Portarlo da 10 giorni a 3 mesi”
Politica / Fico risponde al Vaticano sul ddl Zan: “Il Parlamento è sovrano e non accettiamo ingerenze”
Opinioni / Draghi irritato con Conte dopo le parole dell’ex premier sul Recovery: ormai tra i due è “guerra fredda”
Politica / Draghi in parlamento: "La fiducia sta tornando, ripresa sarà sostenuta"
Politica / Orfini al TPI Fest: “A Tor Bella Monaca Letta ha fatto una passerella”