Beirut, le chat del Pd dopo la gaffe di Di Stefano (M5S): “Ma come si fa a continuare a governare con questi?”

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 5 Ago. 2020 alle 14:19 Aggiornato il 5 Ago. 2020 alle 18:00
540
Immagine di copertina

Le chat del Ps sulla gaffe di Di Stefano svelate da Matteo Richetti

La gaffe di Manlio Di Stefano non è passata inosservata, e dalle prime ore di oggi, mercoledì 5 agosto, sui social è esplosa l’ironia. In molti hanno mostrato una vena d’indignazione per il ruolo ricoperto da Di Stefano, sottosegretario di Stato agli Affari Esteri, che ha scambiato il Libano devastato dalle esplosioni di martedì 4 agosto a Beirut, con la Libia. E così il suo messaggio di solidarietà agli abitanti della città sotto sopra è stato erroneamente rivolti ai “libici”, invece che ai “libanesi”. “Con tutto il mio cuore mando un abbraccio ai nostri amici libici”, ha scritto il sottosegretario, con tanto di hashtag #Libia.

Di Stefano (o il suo staff di comunicazione) non ha fatto in tempo a sostituire il tweet che gli utenti dei social avevano già condiviso i dovuti screenshot. E le scuse e rettifiche dell’esponente M5S, numero due della Farnesina, non sono bastate a placare le polemiche. Il Senatore di Azione Matteo Richetti ha scritto su twitter che le sue chat sono intasate da ex colleghi del Pd che si chiedono: “Ma come si fa a continuare a governare con questi?”.

Leggi anche: 1. Beirut, la gaffe del sottosegretario agli Esteri M5s Di Stefano: “Un abbraccio agli amici libici” 2. Libano: devastante esplosione al porto di Beirut. Le impressionanti immagini della deflagrazione 3. Libano, ferito un militare italiano in un’esplosione al porto di Beirut 4. Libano, esplosione al porto di Beirut: incidente o attentato? Tutte le ipotesi

540
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.