Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Alberto da Giussano, l’eroe della Lega, non è mai esistito: il simbolo è una fake news

Immagine di copertina

Alberto da Giussano, l’eroe della Lega, non è mai esistito: il simbolo è una fake news

Alberto da Giussano, l’eroe che brandisce una lancia e che Salvini porta sempre sul petto nella sua spilletta con il logo della Lega, non è mai esistito. La Lega si è scelta come simbolo un eroe fake.

Come si legge sullo statuto della Lega, “il simbolo è costituito da un cerchio racchiudente la regione Lombardia con all’interno la figura di Alberto da Giussano come rappresentato nel monumento di Legnano”.

A questo link tutta la storia dettagliata del simbolo della Lega.

Oggi, 15 settembre 2019, si è tenuto a Pontida il 33esimo raduno della Lega, storico appuntamento “sacro suolo” del comune lombardo. Il luogo del raduno non è stato scelto a caso: il pratone è carico di simbologia e si ispira al cosiddetto giuramento di Pontida, che però, proprio come Alberto da Giussano, non trova riscontro nella storiografia ufficiale, e che sarebbe avvenuto, secondo la tradizione, il 7 aprile 1167.

Quel giorno è considerato la data di nascita della Lega Lombarda contro Federico I Barbarossa, imperatore del Sacro Romano Impero. L’alleanza militare tanto cara al Carroccio, venne costituita nell’abbazia di Pontida tra alcuni comuni dell’Italia settentrionale durante il Medioevo in chiave anti Federico Barbarossa. Le municipalità fondatrici della Lega Lombarda furono Milano, Lodi, Ferrara, Piacenza e Parma.

Alberto da Giussano è un personaggio leggendario che sarebbe vissuto nel XII secolo e che avrebbe partecipato alla battaglia di Legnano del 29 maggio 1176.

Secondo la storiografia però, il vero capo militare della Lega Lombarda nel celebre scontro militare con Federico Barbarossa fu Guido da Landriano.

Gli storici, dopo approfondite analisi, concordano nel sostenere che la figura di Alberto da Giussano non è mai esistito. Il suo nome era apparso per la prima volta circa 150 anni dopo la battaglia di Legnano, nella cronaca storica della città di Milano scritta dal frate domenicano Galvano Fiamma.

Che cos’è il raduno di Pontida della Lega e qual è la simbologia che c’è dietro

Raduno di Pontida, giornalista di Repubblica aggredito da un militante della Lega: “Fuori dai cogl****”

Ti potrebbe interessare
Politica / Draghi: "Finale a Roma? Non si giochi in Paesi dove il contagio sta risalendo"
Politica / Commissione Ue promuove l'Italia (ma non a pieni voti)
Politica / Migranti, incontro Draghi-Merkel: "Sì al rinnovo dell'accordo con la Turchia"
Ti potrebbe interessare
Politica / Draghi: "Finale a Roma? Non si giochi in Paesi dove il contagio sta risalendo"
Politica / Commissione Ue promuove l'Italia (ma non a pieni voti)
Politica / Migranti, incontro Draghi-Merkel: "Sì al rinnovo dell'accordo con la Turchia"
Politica / Mattarella ammonisce Draghi sui licenziamenti: con lo sblocco si rischia la “bomba sociale”
Politica / A Roma vince Gualtieri. Lepore sconfigge Conti di Italia Viva a Bologna
Cronaca / Omicidio Desirée Mariottini, Salvini contro gli imputati: “Criminali che meritano la galera”
Politica / Primarie centrosinistra Roma e Bologna oggi: candidati, come si vota, seggi
Politica / Antonio Di Pietro torna in campo con l’Italia dei Valori. E pensa anche a Roma
Opinioni / Il più grande spettacolo dopo il Big Bang. Sui vaccini cambiano idea ogni giorno e non si capisce nulla
Politica / Il Financial Times lo critica e Draghi corre ai ripari: la figuraccia italiana sul mix di vaccini