Me

Raduno di Pontida, giornalista di Repubblica aggredito da un militante della Lega: “Fuori dai cogl****”

Di Laura Melissari
Pubblicato il 15 Set. 2019 alle 10:31 Aggiornato il 15 Set. 2019 alle 11:51
Immagine di copertina

Raduno di Pontida, giornalista di Repubblica aggredito da un militante della Lega: “Fuori dai cogl****”

Un giornalista di Repubblica è stato aggredito da un militante leghista al reduno di Pontida, che ha tirato un pugno contro la telecamera.
“Vai via, adesso ci incazziamo. Sei un provocatore”, hanno detto alcuni partecipanti all’evento. “Vai fuori dai coglioni”. Il giornalista in questione è Antonio Nasso.

Qui video di Repubblica:

Il giornalista è stato accolto da un coro di “Scemo, scemo”, dai militanti della Lega, come emerge da questo video girato dall’inviata di TPI da Pontida, Charlotte Matteini:

Anche il giornalista Gad Lerner è stato accolto da insulti, fischi e offese razziste: “Ebreo, comunista, straccione, tornatene a casa”, sono i cori arrivati dai militanti della Lega riuniti a Pontida.

La reazione dell’Ordine dei giornalisti

“Esprimo grande preoccupazione per il clima di intimidazione e minacce verso i giornalisti che si è creato al raduno della Lega a Pontida, dove è stato aggredito il giornalista di Repubblica Antonio Nasso ed è stato pesantemente insultato Gad Lerner”, ha detto il presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Carlo Verna. “Tutto ciò è inaccettabile e mi aspetto che, anche per placare gli animi, venga espressa solidarietà anche dai leader della Lega, in particolare da chi è iscritto all’Ordine dei Giornalisti”, ha proseguito.

L’annuale raduno di Pontida si tiene come ogni anno nel pratone sulla statale 342 tra Lecco e Bergamo, ed è il momento in cui la comunità leghista si ritrova insieme.

Pontida 2019, torna il tradizionale raduno della Lega. Salvini: “Il più partecipato di sempre”

Che cos’è il raduno di Pontida della Lega e qual è la simbologia che c’è dietro