Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:18
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Opinioni

Questo è il tempo della complessità: non facciamo i tifosi anche con il Coronavirus

Immagine di copertina
Credit: Ansa foto

Forse sarebbe il caso di comprendere, ancora di più in occasione di questa emergenza, l’inevitabile bisogno di educarci alla complessità. Uscire dallo schema rigido del o bianco o nero che ha cavalcato per anni certa politica e decidere una volta per tutte di prendere coscienza del fatto che il mondo è complesso, la vita è complessa, le persone sono complesse e sono ancor più complesse quando stanno insieme. E governare la complessità è la linea di maturità che si dovrebbe superare.

Il Covid-19 ci sta insegnando (ma poi c’è da vedere se lo impareremo per davvero) che accadono fatti che mutano gli scenari, sempre, in continuazione. Ancora sfugge a molti, ad esempio, che la medicina e la biologia fanno cose completamente diverse dalla politica e che in un momento come questo semplicemente continuano ad occuparsi di salute come hanno sempre fatto, così come i grandi gruppi di interesse (i confindustriali, tanto per fare un esempio facile facile) inseguono nel frattempo il proprio tornaconto, mentre i poveri sono in quarantena ma hanno il problema di essere ancora più poveri, le piccole e medie imprese che galleggiavano non hanno fiato per lungo tempo, mentre la solitudine della quarantena pesa in modo diverso in base alle condizioni economiche, sociali e abitative: la politica è il governo di questa complessità, il coraggio di prendere decisioni che pendano dall’una o dall’altra parte, la capacità di tenere insieme le esigenze di tutti.

Chi sta giocando alla banalizzazione di questo momento (proponendo una data come se fosse un numero del lotto e non declinando le soluzioni) è un’altra cosa. In queste ore stessa cosa accade sull’Europa: tifosi isterici per una firma che non c’è mai stata e che non hanno voglia di approfondire, europeisti convinti nonostante tutto che fingono di non vederne le criticità e solo una minoranza che accetta la complessità della realtà.

E forse, a pensarci bene, è proprio questo che ci fa paura: stiamo vivendo una fase in cui niente è dato per scontato, tutto è in discussione, tutto è al condizionale, tutto è complesso, appunto. Per governare la complessità e abitarla deve cambiare schema: le cose cambiano, possono cambiare ed è inutile insistere nel conservare ciò che non può rimanere immutabile. Anche ben prima del Coronavirus. Diceva Dashiell Hammett: “Pensare è una cosa molto complicata: si tratta di afferrare tante idee nebulose, metterle insieme e farle combaciare il meglio possibile. È uno dei motivi per cui tutti si aggrappano alle loro opinioni”.

1. ESCLUSIVO TPI – Parla la gola profonda dell’ospedale di Alzano: “Ordini dall’alto per rimanere aperti coi pazienti Covid stipati nei corridoi” /2.“Chiudere solo Codogno non è stato sufficiente, eravamo tutti concentrati su quello, ma i buoi erano già scappati dal recinto”: parla Rezza (ISS)

3.Contagio Coronavirus all’ospedale di Alzano: dopo l’inchiesta di TPI la Procura di Bergamo indaga per epidemia colposa /4. Lazio, 129 contagiati al Nomentana Hospital di Fonte Nuova: “Hanno spostato qui il focolaio di Nerola”

5. Calderoli a TPI: “La mancata zona rossa ad Alzano e Nembro ha determinato il disastro di così tante vittime in Italia”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Milano, il candidato del centrodestra Bernardo si sfoga con gli alleati: “Finanziate la campagna o mi ritiro”
Cronaca / Gkn, oltre 20.000 persone partecipano alla manifestazione contro i licenziamenti a Firenze
Cronaca / Ennesima tragedia sul lavoro in Toscana: operaio muore schiacciato da un rullo
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Milano, il candidato del centrodestra Bernardo si sfoga con gli alleati: “Finanziate la campagna o mi ritiro”
Cronaca / Gkn, oltre 20.000 persone partecipano alla manifestazione contro i licenziamenti a Firenze
Cronaca / Ennesima tragedia sul lavoro in Toscana: operaio muore schiacciato da un rullo
Cronaca / 4.578 nuovi casi e 51 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Omicidio Willy, la vita dei fratelli Bianchi in carcere: “Un chiodo nel dentifricio, sputi nel piatto e minacce”
Cronaca / Berlusconi vuole il Quirinale: l’incontro con Renzi in Sardegna per avere i voti di Italia Viva
Cronaca / Napoli, bambino di 4 anni caduto dal balcone: fermato il domestico per omicidio
Cronaca / Cannabis, è stata raggiunta la soglia per il referendum: raccolte 500mila firme
Cronaca / C’è un farmaco per animali che avvelena: la Sardegna e una leghista l’hanno suggerito come cura anti-Covid
Cronaca / Fiere di animali esotici, l’inchiesta della Lav sui “wet market” italiani