Covid ultime 24h
casi +17.012
deceduti +141
tamponi +124.686
terapie intensive +76

Vinitaly, il Salone internazionale del vino: tutto quello che c’è da sapere sull’edizione 2019

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 1 Apr. 2019 alle 15:41 Aggiornato il 1 Apr. 2019 alle 17:10
0
Immagine di copertina
Crediti: Instagram

VINITALY 2019 – Quando si tratta di vino, è doveroso parlare della manifestazione che l’ha reso una delle realtà più coinvolgenti e dinamiche del settore primario. Stiamo parlando di Vinitaly, una fiera nata nel 1967 e che ancora oggi regala grandi soddisfazioni in quel di Verona.

Nel 2019, l’evento si terrà da domenica 7 aprile a mercoledì 10 aprile. Il salone internazionale del vino e dei distillati ha una cadenza annuale e quest’anno per la prima volta si estenderà su oltre centomila metri quadri.

Questo è definito l’anno dei grandi numeri, a partire da quello degli espositori che conta su ben 4.600 aziende da 35 nazioni. Oltre 17 mila etichette a catalogo per questa 53esima edizione, che proporrà circa 400 eventi in quattro giorni.

Vinitaly è stata escogitata come un punto d’incontro tra offerta e domanda, sia italiana che estera. L’obiettivo di questa fiera è di promuovere e valorizzare le aziende vinicole, con un contorno di tantissimi appuntamenti dentro e fuori salone che sono elencati nel programma della fiera.

Vinitaly 2019 | Quando, dove e come arrivarci

Vinitaly è organizzato, come ogni anno, a Verona (precisamente a Veronafiere, viale del Lavoro 8) e dura quattro giorni (dal 7 al 10 aprile).

La fiera segue un orario continuato che va dalle 9:30 alle 18:00. L’ingresso, da domenica a martedì, è consentito fino alle 17:00, mentre mercoledì l’ultimo ingresso è previsto entro le 16:00.

L’ingresso alla fiera è concesso soltanto ai maggiorenni: infatti, ai minori di 18 anni sarà vietato l’accesso, anche se in compagnia di adulti.

È “Kalsarïkannit” mania, la moda che prevede alcol e film sul divano di casa

“Il colore per il vino è come la fotografia sulla carta d’identità: permette di capire l’età”: il vino a Vinitaly è raccontato attraverso i 5 sensi (vista, udito, olfatto, tatto e gusto).

Ma come raggiungere Vinitaly? La fiera è ben collegata, sia tramite l’autostrada Serenissima o Brennero/Modena, che in altri modi. Ad esempio, è possibile raggiungere la manifestazione tramite le linee autobus ATV, così come in auto e in taxi.

L’organizzazione mette a disposizione delle navette gratuite in collegamento con il quartiere fieristico a partire dalle 8:30, per chi arriva in città con treno e aereo. Sul sito web di Vinitaly, sono presenti tutti i dettagli con le soluzioni più comode.

Vinitaly 2019 | I biglietti

I biglietti di Vinitaly sono andati completamente sold out da novembre 2018 (nonostante l’aumento della superficie netta disponibile) e il prezzo per ognuno era pari a 85 euro, 150 euro invece se intenzionati a partecipare per tutta la durata della fiera.

Inoltre, alcune voci parlavano di biglietti omaggio prontamente sconsigliati e denunciati da Vinitaly, come si evince dal loro sito web.

“Abbiamo potuto verificare l’esistenza di alcune iniziative, a volte sostenute dalle stesse aziende espositrici, che offrono gratuitamente biglietti di ingresso a Vinitaly 2019, venendo in tal modo a rendere possibile ad un pubblico generico la partecipazione alla Fiera. Non possiamo non sottolineare la nostra decisa contrarietà a tal modo di operare ed informare che, espletate le dovute verifiche, provvederemo ad adottare nei confronti dei responsabili i provvedimenti ritenuti opportuni”.

Tutto quello che c’è da sapere sui biglietti di Vinitaly 2019

Vinitaly 2019 | La storia

La prima esposizione enologica veronese è avvenuta nell’arena nel 1867, ma la prima edizione di Vinitaly è stata ufficializzata esattamente cento anni dopo. Nasceva nel 1967, in occasione delle Giornate del Vino Italiano (tenutesi il 22 e 23 settembre) presso il palazzo della Gran Guardia. Nel 1969, durante la terza edizione delle Giornate del Vino Italiano, anche 130 case vinicole esponevano i loro prodotti.

Ma è soltanto nel 1971 che la manifestazione adotta il nome di Vinitaly – Salone delle Attività Vitivinicole, che sette anni dopo ottiene la qualifica di “internazionale” permettendo la partecipazione di aziende estere.

Vinitaly si è poi espanso, includendo il Primo Salone dell’Oliva, il concorso Enologico Internazionale e l’International Packaging Competition per premiare il miglior abbigliaggio del vivo.

Nel 2002, Veronafiere ha portato Vino&Olio a Singapore e l’anno seguente ha raggiunto gli Stati Uniti. Nel 2004, il marchio Vinitaly viene speso direttamente in Cina e Russia.

Nel 2016, Vinitaly ha festeggiato i suoi primi 50 anni di attività: il Concorso Enologico internazionale diventa Premio Internazionale 5 Star Wines; tale premio nel 2017 diventa 5 Star Wine The Book, una guida di vini di tutto il mondo che hanno raggiunto un punteggio di almeno 90 centesimi.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.