Covid ultime 24h
casi +16.079
deceduti +136
tamponi +170.392
terapie intensive +66

Torre Maura ad alta tensione, rom insultati: “Scimmia di m…. te ne devi andare, esci che ti ammazzo”

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 4 Apr. 2019 alle 15:17 Aggiornato il 4 Apr. 2019 alle 16:55
0
Immagine di copertina

Quel pulmino con a bordo nove nomadi di etnia rom e sinti che lasciava il centro di accoglienza è stato il bersaglio delle violente proteste degli abitanti di Torre Maura, alla periferia est di Roma.

I residenti della zona, insieme anche ad alcuni gruppi di estrema destra, hanno infatti preso a calci e manate quel pulmino, intonato l’inno d’Italia, fatto il saluto romano e inondato di insulti i 70 rom che avrebbero dovuto essere trasferiti in una struttura di accoglienza proprio in quella zona periferica della Capitale.

Il Campidoglio, proprio a seguito di quelle proteste, è stato costretto a fare marcia indietro annunciando di ricollocare le famiglie altrove. Ma i residenti del quartiere romano, nonostante il Comune abbia manifestato questa intenzione e iniziato a trasferire i rom, hanno insistito con le proteste e le intimidazioni nei loro confronti.

Luca Telese: Quegli sporchi zingari che nessuno vuole: la vergogna del pogrom anti-rom a Torre Maura

Uno dei residenti che stava manifestando davanti alla struttura di accoglienza, addirittura, ha urlato contro uno dei nomadi dall’altra parte del cancello: “Scimmia di m… te ne devi andare, esci fuori che ti ammazzo”.

Un ‘altra persona ha invece aggiunto: “Dobbiamo bruciarli vivi“. A quel punto uno dei nomadi ha urlato in risposta ai manifestanti “Sì sì, ce ne andiamo”; a quel punto i residenti, insieme ai gruppi di estrema destra, hanno espresso la loro soddisfazione dicendo: “Abbiamo vinto. Qui a Torre Maura i nomadi non devono più mettere piede”.

La sindaca Virginia Raggi – come racconta Ansa – sta prendendo in considerazione dei provvedimenti disciplinari nei confronti degli uffici amministrativi responsabili della gestione dei trasferimenti, definita dalla prima cittadina come “inqualificabile”, mentre invece la Procura sta indagando sulla rivolta contestando, tra le altre, l’aggravante dell’odio razziale. “Stavano bene nelle baracche, Raggi li rimandi in un campo”, è una delle tante frasi registrate dai cronisti sul campo delle accese proteste.

“Sei una zingara di m** , qui è zona nostra, vattene”: i video di TPI sulla rivolta anti-rom a Torre Maura

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.