Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:41
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Gino Sorbillo “nero” per solidarietà al giocatore del Napoli Koulibaly

Immagine di copertina
Gino Sorbillo. Credit: Facebook/Gino Sorbillo

Il pizzaiolo napoletano si schiera al fianco del giocatore del Napoli, ricoperto dagli insulti durante la partita della squadra di Ancelotti contro l'Inter

“Oggi lavorerò così con la pelle scura per protesta contro qualsiasi forma di razzismo. Avete rotto razzisti, insultateci tutti forza!”. A scrivere queste parole è Gino Sorbillo, uno dei pizzaioli più apprezzati e conosciuti a Napoli e nel mondo.

La frase accompagna una foto in cui Sorbillo appare col volto dipinto di nero. Quello del pizzaiolo è un gesto di solidarietà nei confronti del calciatore del Napoli Kalidou Koulibaly, investito da pesanti insulti razzisti durante tutta la durata della partita di mercoledì 26 dicembre, quando, al Meazza, il Napoli di Ancelotti ha affrontato l’Inter, uscendo sconfitto dal match.

Nella foto postata sui social da Gino Sorbillo, il pizzaiolo tiene in mano un cartello: “Siamo tutti Koulibaly. Abbasso il razzismo”. In tanti, all’indomani della partita si sono schierati in difesa del calciatore del Napoli. Al termine della partita è stato lo stesso campione a scrivere un post in cui commentava quanto accaduto durante l’incontro sugli spalti dei tifosi.

“Mi dispiace la sconfitta e soprattutto avere lasciato i miei fratelli! Però sono orgoglioso del colore della mia pelle. Di essere francese, senegalese, napoletano: uomo”, ha scritto sui social.

La sera nera di Koulibaly

Non è stata una serata facile, quella del 26 dicembre, per Kalidou Koulibaly. Il difensore del Napoli è stato espulso a dieci minuti dalla fine del match tra Inter e Napoli dopo un fallo su Politano e un applauso ironico rivolto all’arbitro Mazzoleni.

Ma l’intera partita del senegalese è stata estremamente amara e sofferta, a causa degli ululati razzisti con cui è stato offeso da alcuni sostenitori nerazzurri. Tanto che, secondo alcuni suoi compagni di squadra, Koulibaly avrebbe applaudito in maniera polemica proprio a quei tifosi, e non all’arbitro.

Con il post pubblicato sui social e diventato presto virale il difensore della squadra partenopea ha fatto intendere come il suo gesto fosse stato dettato dal nervosismo per gli insulti razzisti.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI