SPECIALE ELEZIONI REGIONALI E REFERENDUM DIRETTA VIDEO

SPECIALE ELEZIONI REGIONALI E REFERENDUM DIRETTA VIDEO. Gli exit poll, i risultati in tempo reale, i primi commenti, i collegamenti con i nostri inviati e le analisi sui possibili riequilibri di potere. Segui su Facebook e intervieni anche tu nel dibattito in studio. Conduce Giulio Gambino.

Posted by TPI on Monday, 21 September 2020

Gino Sorbillo “nero” per solidarietà al giocatore del Napoli Koulibaly

Il pizzaiolo napoletano si schiera al fianco del giocatore del Napoli, ricoperto dagli insulti durante la partita della squadra di Ancelotti contro l'Inter

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 28 Dic. 2018 alle 12:25 Aggiornato il 28 Dic. 2018 alle 13:02
0
Immagine di copertina
Gino Sorbillo. Credit: Facebook/Gino Sorbillo

“Oggi lavorerò così con la pelle scura per protesta contro qualsiasi forma di razzismo. Avete rotto razzisti, insultateci tutti forza!”. A scrivere queste parole è Gino Sorbillo, uno dei pizzaioli più apprezzati e conosciuti a Napoli e nel mondo.

La frase accompagna una foto in cui Sorbillo appare col volto dipinto di nero. Quello del pizzaiolo è un gesto di solidarietà nei confronti del calciatore del Napoli Kalidou Koulibaly, investito da pesanti insulti razzisti durante tutta la durata della partita di mercoledì 26 dicembre, quando, al Meazza, il Napoli di Ancelotti ha affrontato l’Inter, uscendo sconfitto dal match.

Nella foto postata sui social da Gino Sorbillo, il pizzaiolo tiene in mano un cartello: “Siamo tutti Koulibaly. Abbasso il razzismo”. In tanti, all’indomani della partita si sono schierati in difesa del calciatore del Napoli. Al termine della partita è stato lo stesso campione a scrivere un post in cui commentava quanto accaduto durante l’incontro sugli spalti dei tifosi.

“Mi dispiace la sconfitta e soprattutto avere lasciato i miei fratelli! Però sono orgoglioso del colore della mia pelle. Di essere francese, senegalese, napoletano: uomo”, ha scritto sui social.

La sera nera di Koulibaly

Non è stata una serata facile, quella del 26 dicembre, per Kalidou Koulibaly. Il difensore del Napoli è stato espulso a dieci minuti dalla fine del match tra Inter e Napoli dopo un fallo su Politano e un applauso ironico rivolto all’arbitro Mazzoleni.

Ma l’intera partita del senegalese è stata estremamente amara e sofferta, a causa degli ululati razzisti con cui è stato offeso da alcuni sostenitori nerazzurri. Tanto che, secondo alcuni suoi compagni di squadra, Koulibaly avrebbe applaudito in maniera polemica proprio a quei tifosi, e non all’arbitro.

Con il post pubblicato sui social e diventato presto virale il difensore della squadra partenopea ha fatto intendere come il suo gesto fosse stato dettato dal nervosismo per gli insulti razzisti.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.