Covid ultime 24h
casi +13.114
deceduti +246
tamponi +170.633
terapie intensive +58

Bambina di 4 anni racconta di strani giochi sotto la doccia con il papà: operaio stuprava la figlia a Cuneo

La moglie ha poi scoperto sul cellulare del marito foto e video che lo immortalavano mentre abusava della figlia

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 9 Mar. 2019 alle 11:43
0
Immagine di copertina

In provincia di Cuneo, in Piemonte, un operaio di trent’anni è stato condannato per violenza sessuale aggravata dopo avere violentato la figlia di appena 4 anni. È stata mamma della piccola a sporgere denuncia. La figlia aveva raccontato alla madre di strani giochi sotto la doccia insieme al papà e di sentire dolore al basso ventre.

La donna ha poi scoperto sul cellulare del marito foto e video che lo immortalavano mentre abusava della figlia di 4 anni. Chiara Canepa, il pm che ha seguito il caso, ha certificato i filmati come prove schiaccianti, ma i carabinieri hanno proseguito le indagini. Fino a quando è scattata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere e poi la sentenza di condanna, con rito abbreviato.

L’uomo deve scontare quattro anni e nove mesi di carcere. Il genitore dopo la sentenza ha perso la potestà genitoriale, non è più quindi il padre della bambina.

Secondo quanto si legge sul quotidiano La Stampa, prima della scoperta degli abusi, c’erano state alcune avvisaglie di quello che succedeva in casa. La piccola vittima raccontava spesso di fare “cose strane” con il papà nella doccia e di provare spesso dolore nella zona del basso ventre.

“È stata la nonna materna a cogliere per prima quei segnali e ad avere la lucidità di chiedere alla figlia di approfondire. Un colloquio con un’associazione di volontariato che aiuta le donne in difficoltà e poi la visita medica ginecologica della piccola. I pediatri dell’ospedale Santissima Annunziata di Savigliano hanno riscontrato un’infezione vaginale a trasmissione sessuale”, è quanto riporta il quotidiano.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.