Covid ultime 24h
casi +13.114
deceduti +246
tamponi +170.633
terapie intensive +58

Fabrizio Corona e la rivelazione shock su Imane Fadil: “Ecco cosa chiedeva dal letto d’ospedale”

Di Marco Nepi
Pubblicato il 25 Mar. 2019 alle 13:23 Aggiornato il 25 Mar. 2019 alle 16:31
0
Immagine di copertina

Fabrizio Corona ha rivelato dei dettagli sul caso di Imane Fadil, la ragazza marocchina di 34 anni, testimone chiave del processo Ruby, morta lo scorso 5 marzo a Milano in circostanze misteriose.

L’ex re dei paparazzi è intervenuto a Non è l’Arena di Massimo Giletti, il programma della domenica sera su La7, proprio quando si parlava del caso di Imane Fadil.

> Chi era Imane Fodil, una delle testimoni chiave nel processo Ruby, morta a Milano

Fabrizio Corona, ha fatto una premessa in generale su ciò che sapeva delle Olgettine: “Queste ragazze è anche vero che non erano stinchi di santo, fanno delle attività molto particolari”, ha spiegato.

Poi, interpellato da Giletti, è andato diretto sul caso Imane, facendo riferimento all’avvocato Paolo Sevesi, che ha lasciato il mandato per “divergenze con il punto di vista della famiglia”: “A me l’avvocato di Imane ha detto che lei sul letto di ospedale chiedeva di essere fotografata per far vedere in che condizioni era. Lui ha rinunciato al mandato perché la famiglia e gli altri volevano il complotto”.

Secondo Corona, i media stanno inventando particolari che : “Ho visto la differenza di quello che hanno pubblicato i giornali. Lei non viveva in una casa infestata di topi, anzi in una casa piena di libri e pulitissima. Il degrado descritto è inesistente”, ha concluso.

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

> Morte Imane Fadil, Travaglio sbatte in prima pagina il sospetto: “Come Mussolini con Matteotti”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.