Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

Cadavere carbonizzato a Milano: fermati due uomini

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 1 Apr. 2019 alle 15:53 Aggiornato il 1 Apr. 2019 alle 15:56
0
Immagine di copertina

Cadavere carbonizzato a Milano arresti – Due uomini sono stati fermati a seguito delle indagini sul cadavere ritrovato nella periferia nord di Milano carbonizzato, decapitato e smembrato.

Fonti investigative fanno sapere che si tratterebbe di due persone di origine colombiana che erano arrivati a Milano da pochi giorni e uno di loro è stato bloccato proprio mentre cercava di far ritorno in Sudamerica dall’aeroporto di Malpensa.

A scoprire il corpo carbonizzato e chiuso in una grossa valigia in un condominio di Quarto Oggiaro erano stati il 31 marzo 2019 i Vigili del Fuoco grazie ad una segnalazione fatta da un condomino.

Il corpo è stato trovato con la testa staccata, le gambe segate all’altezza delle ginocchia e le braccia tagliate. Il corpo e le parti amputate sono stati poi gettati vicino un cassonetto in un’area utilizzata come discarica abusiva a cielo aperto.

Nel corso delle indagini i vigili del fuoco hanno anche ritrovato una bombola di gas lasciata vicino al cadavere e che forse sarebbe dovuta servire a occultarne ancor meglio l’identità con un’esplosione, ma che non è esplosa.

Il corpo mutilato si trovava sotto uno degli edifici del parco Chiari, nei pressi del cavalcavia di via Bovisasca.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.