Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:49
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Forte boato a Mazara del Vallo, paura tra la gente: “Sembrava il terremoto”

Immagine di copertina

Boato Mazara del Vallo oggi | Cosa è successo?

BOATO MAZARA DEL VALLO OGGI – Paura a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani (Sicilia). Intorno alle ore 12,20 di oggi, 16 gennaio 2019, un forte boato è stato avvertito in tutta la zona. “Sembrava il terremoto”, hanno esclamato diversi cittadini impauriti dal forte rumore e tremolio.

> QUI LA LISTA DEI TERREMOTI IN TEMPO REALE 

Ma cosa ha procurato il forte rumore? Non è chiaro cosa possa essere accaduto: i residenti hanno pensato a un terremoto, sebbene sul sito dell’Ingv questa ipotesi venga smentita. Probabile che si sia trattato di un jet militare che potrebbe aver infranto il muro del suono.

Il boato, secondo quanto ricostruito, è stato avvertito in tutto il territorio di Mazara del Vallo, da Tonnarella a Bocca Arena. Sia il suono sia il tremolio del terreno. Segnalazioni anche da Petrosino. Pochi istanti dopo il fatto moltissime persone si sono riversate sui social dove hanno cercato informazioni e riscontri su quanto accaduto trovando ben poche risposte. Nessuno infatti è stato in grado di giustificare il rumore avvertito.

“Seguiamo la vicenda e la popolazione sarà avvisata in caso di necessità”, hanno spiegato le autorità competenti in materia per tranquillizzare la popolazione. Molto probabilmente, come detto, dovrebbe essersi trattato di un jet (forse a bassa quota).

> QUI TUTTE LE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA

Ad allarmare i cittadini non è stato solo il botto, ma anche il tremolio del terreno. L’incubo terremoto, infatti, è ben vivo nella mente dei siciliani che 51 anni fa (nella notte tra il 14 e il 15 gennaio 1968) furono devastati da una scossa di magnitudo 6.3. Stiamo parlando del terremoto del Belice.

L’epicentro del terremoto era situato tra Gibellina e Salaparuta, in provincia di Trapani. Quattordici comuni furono pesantemente colpiti, e – tra questi – quattro furono rasi al suolo e ricostruiti in zone vicine a quelle dove sorgevano inizialmente, dando vita alle cosiddette new town.

Circa 300 persone morirono sotto le macerie e 100mila furono gli sfollati. Ma questo fu solo l’inizio del dramma che vissero le popolazioni del Belice.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI