Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:06
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Gossip

Giampiero Mughini a ruota libera: “Da piccolo ero povero. La guerra? Ricordo i partigiani alla mia finestra”

Immagine di copertina

Il noto scrittore e opinionista tv Giampiero Mughini il 14 gennaio 2019 è stato ospite del programma tv Rai Vieni da Me di Caterina Balivo. Durante la puntata l’intellettuale si è raccontato a ruota libera parlando della sua infanzia, della guerra e della sua vita privata.

“Casa mi è un tempio pieno di cose che io amo, delle cose che mi sono nutrito – le parole di Mughini -. Sapete, da bambino giocavo a calcio, ma non avevo le scarpe classiche per lo sport. Avevo un unico paio di scarpe che usavo sempre perché di più i miei genitori non si potevano permettere. Usavo le scarpe da passeggio per giocare a calcio e per tutte le altre occasioni della vita”.

Mughini ha poi raccontato la sua infanzia passata durante la Seconda Guerra Mondiale: “Ricordo i partigiani che vennero a fissare una mitragliatrice dalla finestra delle mia casa. Poi l’angolazione non andava bene e andarono via. Eravamo a Firenze, poi nel 1944 un camion americano ci ha portato a Catania, a casa”.

“I miei genitori si separarono e io vivevo con la mamma – ha poi aggiunto -. Era una cosa insolita per l’epoca e io ero timido, un po’ mi vergognavo che mio padre non fosse a casa. Io andavo a far visita a mio padre che aveva ricominciato da zero lontano da noi. Avevo circa 13 anni – ricorda Giampiero Mughini -, mi ricordo che mio padre mi porta davanti a una finestra di casa sua e mi dice, sai che tua madre frequenta un signore? Io avevo 13 anni e gli ho detto: penso che sia nel suo pieno diritto”.

Infine una battuta sui fratelli. Dei tre Mughini era era il più “farfallone”, meno concreto per l’epoca, perché si dedicava alla cultura: “Ho cambiato facoltà, girovagato, impiegato più tempo a laurearmi… così mio padre mi assegnò la casa più piccola! Ma ci stava!”.

Ti potrebbe interessare
Gossip / Federico Fashion Style e la domanda sulla sua sessualità: “Non devo dire qual è il mio orientamento”
Gossip / Alba Parietti, l’incredibile rivelazione sul compagno Fabio Adami: così ho perso 7 chili in cinque mesi
Gossip / Le foto di Chiara Ferragni con un cerotto al braccio fanno preoccupare i fan dell’influencer
Ti potrebbe interessare
Gossip / Federico Fashion Style e la domanda sulla sua sessualità: “Non devo dire qual è il mio orientamento”
Gossip / Alba Parietti, l’incredibile rivelazione sul compagno Fabio Adami: così ho perso 7 chili in cinque mesi
Gossip / Le foto di Chiara Ferragni con un cerotto al braccio fanno preoccupare i fan dell’influencer
Gossip / “Era molto focoso prima di fare l’amore mi cantava all’orecchio”: Al Bano e la presunta amante spagnola
Gossip / Totti, accordo possibile con Ilary Blasi: “Ma mi costerà un sacco”
Gossip / “Quando hai finito magari chiamami”: dopo la lite il sindaco di Rieti e la moglie non vivono più insieme
Gossip / Fabio Volo parla per la prima volta della separazione: “Se non ti senti più vivo devi lasciarti e dire tutto ai figli”
Gossip / Kanye West e Kim Kardashian, ufficializzato il divorzio: 200 mila dollari al mese per i figli
Gossip / Chanel Totti risponde alle critiche sui ritocchini: “Non voglio facce di m***a come le vostre”
Gossip / Chi è Christopher Sanchez, la guardia del corpo con cui Meghan Markle avrebbe tradito il marito Harry