Elena Santarelli pubblica una foto alle Maldive. Lei risponde agli haters: “Sono stufa”

La showgirl è stata travolta dalle critiche di alcuni haters dopo una foto pubblicata su Instagram

Di Marco Nepi
Pubblicato il 2 Gen. 2020 alle 11:04 Aggiornato il 2 Gen. 2020 alle 11:08
12
Immagine di copertina

Elena Santarelli e gli insulti degli haters su Instagram, lei risponde: “Sono stufa”

Elena Santarelli si sta godendo qualche giorno di relax alle Maldive, approfittando del periodo di festa. Su Instagram la showgirl ha pubblicato una foto in costume da bagno, mostrando ancora una volta il suo fisico statuario. Come sempre la moglie di Bernardo Corradi riceve ad ogni suo post una valanga di commenti, non sempre particolarmente teneri.

La foto in questione, nello specifico, è stata duramente criticata da alcuni haters perché nello scatto la Santarelli apparirebbe troppo magra, dando così un cattivo messaggio ed esempio alle ragazze che la seguono. Scocciata per le polemiche e le critiche ricevute, la showgirl ha pubblicato un lungo post in cui ha attaccato i suoi odiatori del web: “Sono stufa di questi commenti! Non ne posso più. Non potete sapere cosa mangio, non puoi sapere come è il mio metabolismo. Non lo puoi sapere tu – ha aggiunto rispondendo a un commento – come il resto della popolazione… Tu andresti sotto la foto di una, magari grassa, a dirle ‘oh bella magna de meno che il colesterolo te pare sennò?’ Non credo, inutile dire ‘bella ma mangia’. Scusa, ma non lo accetto proprio”.

La Santarelli, purtroppo, non è nuova a ricevere critiche sui social. In passato infatti gli haters si sono spesso scagliati contro il figlio e la sua malattia, che fortunatamente ora è stata sconfitta. “Ci sono modi e modi per criticare. Una persona può scrivere ‘Guarda, a me piaci con 3 kg in più forse’, invece che ‘Mangia che fai pena”, ha aggiunto. Nel post la donna ha anche fatto sapere si essersi “spazzolata con foga il buffet alle Maldive”.

Nel post sui social la showgirl ha anche ricordato il lungo calvario della malattia del figlio, con un pensiero per quegli altri bambini che invece non sono riusciti a sconfiggere il male, lasciando un vuoto incolmabile nelle loro famiglie: “Il 29/11/2017 ricordo che ero in bagno a vomitare e a piangere in silenzio, ero ignara che a pochi km da casa mia c’erano due genitori che piangevano per non poter più festeggiare il compleanno della loro bambina nata lo stesso giorno in cui io ho ricevuto il pugno allo stomaco, scomparsa nel 2015 a causa di un tumore cerebrale.

Da lì a pochi ho conosciuto i suoi genitori, Simone e Serena che hanno seminato nel 2016 il primo seme al Progettoheal in memoria di Gaia. Non è un caso che io abbia scoperto il tumore il 29/11/17 e che Gaia sia nata il 29/11/2010. Oramai sono grande e non credo più alla casualità, qualsiasi fatto accade sempre per un motivo”, ha scritto Elena Santarelli su Instagram.

Leggi anche:

Elena Santarelli in lacrime: “Mi sentivo Wonder Woman, poi il crollo e così sono andata in terapia”

Elena Santarelli a Domenica In: “Mio figlio mi ha chiesto se rischiava di morire”

12
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.