Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 10:24
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Gossip

Nella serie tv su Celentano Napoli è “la capitale della mafia”: è bufera sui social

Immagine di copertina

Nella serie di Canale 5, Adriano Celentano immagina la città nel 2068 e comandano i boss

Nella puntata del cartone animato Adrian, il film d’animazione su canale 5  che ha come protagonista Adriano Celentano, la città di Napoli appare governata dalla mafia. E i napoletani hanno reagito veramente male sui social.

Leggi anche: “Adrian ha copiato delle battute a comici italiani”

In un futuro distopico, anno 2068, il capoluogo campano è disegnato come un luogo cupo, sporco e invaso dalla spazzatura. Grattacieli con la scritta “mafia international”, multinazionali, il Vesuvio ancora più minaccioso e sporcizia ovunque. Da una parte Napoli come punto di riferimento del male, dall’altra Milano capitale dell’ordine e del bene.

Non ha tardato la risposta sui social a tutto questo. I cittadini della culla della cultura partenopea si sono ribellati ad una narrazione definita “stereotipata, finta, tirata”.

Un utente, Bruno, scrive su Facebook: “Caro Adriano da anni ti consideravo un portatore sano di meridionalità al Nord(per il tuo sangue pugliese) mi accorgo adesso che sei anche tu asservito all’ideología antimeridionalista, sionista, colonizzatrice, che da anni sfrutta e ha distrutto il Sud”. “Caro Celentano – rincara la dose Teresa – se sei famoso è anche grazie al Sud onesto e non mafioso”.

Ancora, si legge sui social: “ Ogni volta che hanno bisogno di fare numero di ascolti nominano Napoli…. L’unica a fare scalpore”. Qualcuno propone di boicottare la serie tv, qualcuno segnala la lesione d’immagine all’ente turismo di Napoli. Flavia Sorrentino, responsabile dello sportello “Difendi la città” ha detto che l’amministrazione sta valutando “come reagire all’accaduto”.

Il cartone Adrian è stato realizzato nel 2011, anno in cui l’immagine di Napoli impressa nelle menti di tutto il mondo (anche per colpa dei media) era quella dell’emergenza  rifiuti e criminalità.

Chi avrà la meglio? Forse una fetta di pubblico, quella campana, smetterà di vedere il cartone animato.

Ti potrebbe interessare
Gossip / Franco Oppini, la confessione hot: “Il mio segreto con Ada Alberti? Facciamo l’amore otto ore al giorno”
Gossip / Gli insulti alla moglie italiana di Morata dopo la partita contro la Spagna
Gossip / “Can Yaman furioso”, “Diletta Leotta lo trattiene”: cos’è successo davvero in Turchia | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Gossip / Franco Oppini, la confessione hot: “Il mio segreto con Ada Alberti? Facciamo l’amore otto ore al giorno”
Gossip / Gli insulti alla moglie italiana di Morata dopo la partita contro la Spagna
Gossip / “Can Yaman furioso”, “Diletta Leotta lo trattiene”: cos’è successo davvero in Turchia | VIDEO
Gossip / Massimo Boldi è di nuovo innamorato, lei ha 34 anni di meno: “Mi sfugge, si ritrae”
Gossip / Amedeo Goria e la fidanzata Vera Miales: “Facciamo l’amore 5 volte al giorno”
Gossip / La compagna del virologo Pregliasco: “Totalmente contraria al fatto che vada in tv, gli dico che è un pirla”
Gossip / Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme: il video del bacio
Gossip / Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin, fa coming out: “Sono bisessuale”
Costume / Kanye West e Irina Shayk stanno insieme: le foto della coppia in vacanza in Provenza
Gossip / “Me sto a sentì male”, la reazione della fidanzata di Damiano per la vittoria all’Eurovision