Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:19
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Video hard girato da Ikea diventa virale sui social, l’azienda in un comunicato redarguisce i clienti: “Comportatevi in maniera civile”

Immagine di copertina

Il filmato è stato realizzato in uno dei punti vendita della Cina e in breve tempo ha fatto il giro dei social danneggiando l'immagine del colosso dei mobili svedese

Video hard girato da Ikea diventa virale sui social, l’azienda in un comunicato: “Comportatevi in maniera civile”

“Comportatevi in maniera civile”: così Ikea, colosso del mobile svedese, è stata costretta a redarguire i suoi clienti in un comunicato dopo che un video hard, realizzato in uno dei suoi punti vendita, è diventato virale sui social. Il filmato, realizzato in Cina, mostra una donna mentre si masturba su una poltrona e un letto del noto marchio svedese. Dietro di lei, sullo sfondo, si vedono i clienti che passeggiano per le sale espositive. L’identità della protagonista non è nota, mentre non è chiaro se il sex tape sia effettivamente vero e se si tratti di un filmato costruito ad hoc. Ikea, tuttavia, ha “condannato tale comportamento” e ha annunciato di aver denunciato il fatto alla polizia.

Ikea paga 41 milioni per il bambino ucciso dalla cassettiera Malm

L’azienda, inoltre, come detto ha invitato i suoi clienti a tenere un comportamento “civile” e ha anche affermato di aver rafforzato le misure di sicurezza nei suoi punti vendita. Sul video, che è stato in breve tempo censurato su tutti i social media del Paese, è intanto nata una “indagine” social per capire dove fosse stato realizzato. Secondo molti utenti, la voce che si sente nel video e che proviene dall’altoparlante del negozio è in cantonese, motivo per cui si ritiene che il filmato sia stato girato in uno dei punti vendita di Canton, nel Sud della Cina. Altri, invece, hanno notato che nessuno dei clienti che appaiono sullo sfondo indossa la mascherina il che farebbe pensare che il video sia stato girato prima dell’epidemia di Coronavirus, diffusasi in Cina a dicembre.

Leggi anche: 1. Ikea, in 3mila si radunano per giocare a nascondino. Ma arriva anche la polizia / 2. Alcune persone hanno girato una serie web all’Ikea senza che il grande magazzino lo sapesse / 3. 9 curiosità da sapere su Ingvar Kamprad, il fondatore di Ikea

Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, parla il papà del killer: “Avrebbe dovuto uccidere me”
Esteri / Strage in Texas, morto d'infarto il marito di una delle due insegnanti uccise
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky sente Draghi: "Sblocchiamo porti insieme". Cremlino: negoziati sospesi su decisione di Kiev
Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, parla il papà del killer: “Avrebbe dovuto uccidere me”
Esteri / Strage in Texas, morto d'infarto il marito di una delle due insegnanti uccise
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky sente Draghi: "Sblocchiamo porti insieme". Cremlino: negoziati sospesi su decisione di Kiev
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Esteri / La disperata fuga in auto sulle strade del Donbass tra le bombe dei russi
Esteri / Guerra in Ucraina, Lavrov, il piano di pace italiano "non è serio". L'Italia revoca 4 onorificenze ai russi "per indegnità"
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”