Covid ultime 24h
casi +20.884
deceduti +347
tamponi +358.884
terapie intensive +84

Usa, Campidoglio chiuso per “minaccia alla sicurezza”

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 18 Gen. 2021 alle 16:58 Aggiornato il 18 Gen. 2021 alle 17:20
230
Immagine di copertina

Usa, Campidoglio chiuso per “minaccia alla sicurezza”

Il Campidoglio degli Stati Uniti è stato temporaneamente chiuso per una “minaccia alla sicurezza“. Lo riportano diversi media: secondo i cronisti presenti sul posto le prove per la cerimonia d’insediamento di Joe Biden, in programma mercoledì 20 gennaio, sono state sospese a causa di un allarme antincendio. Altri testimoni avrebbero visto fuoriuscire del fumo dalla sede del Congresso, mentre migliaia di agenti della guardia nazionale presidiano Capitol Hill ormai da giorni in vista della cerimonia di domani. Il Campidoglio è stato evacuato e messo al sicuro, e dopo poco l’allarme è rientrato. Gli ufficiali hanno dichiarato che non esisteva “nessuna minaccia per il pubblico”.

Dopo l’assalto compiuto dai manifestanti pro Trump, l’Fbi ha diffuso un allarme sulla possibilità che si verifichino nuovi scontri proprio in occasione dell’inaugurazione del nuovo mandato di Biden, a cui Trump però non parteciperà. Il vice presidente uscente, Mike Pence, ha invece assicurato la sua presenza.

Leggi anche: Usa, polemiche sulle carenze nella sicurezza del Campidoglio: “Solo 350 soldati schierati” 2. “Preparatevi alla guerra”: l’Fbi sapeva del pericolo di assalto al Congresso prima del 6 gennaio

230
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.