Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

“Tornatene in Messico”, uomo di 91 anni preso a mattonate da una donna in California

Immagine di copertina
Un fermo immagine del servizio della Cnn

La polizia sta cercando per l'aggressione una donna e tre o quattro uomini in California dopo che Rodolfo Rodriguez è stato picchiato e aggredito con frasi razziste

Rodolfo Rodriguez, un uomo messicano di 91 anni, è stato aggredito a colpi di mattone da una donna mentre si trovava a Willowbrook, in California, dove dice di recarsi due volte l’anno per andare a trovare la famiglia.

Rodriguez ha detto al network statunitense Cnn che mercoledì 4 luglio stava facendo una passeggiata in un parco quando ha superato una donna che camminava con una bambina piccola. Sostiene che la donna lo abbia aggredito senza preavviso e senza motivo, con un mattone di cemento, e che poi abbia chiamato un gruppo di uomini per darle una mano a picchiarlo.

La polizia sta cercando per l’aggressione una donna e tre o quattro uomini.

“Non ho neanche urtato la sua bambina”, ha detto Rodriguez. “Le sono solo passato accanto e lei mi ha spinto e colpito finché non ha finito con me”.

L’anziano è comparso sui media con il volto tumefatto e pieno di lividi.

Una donna che stava passando in macchina, Misbel Borjas, ha visto un’afroamericana colpire ripetutamente l’uomo alla testa con il mattone.

“L’ho sentita dire: Tornatene nel tuo paese, tornatene in Messico”, ha detto alla Cnn. “Quando ho provato a farle un filmato con il telefono, mi ha tirato il mattone, provando a colpire la mia auto”.

Borjas ha poi raccontato di aver visto l’assalitrice correre verso un gruppo di uomini e dire loro: “Stava cercando di portarmi via la bambina”. Ma la vittima nega questa versione.

La testimone ha caricato su Facebook un video in cui Rodriguez appare coperto di sangue, a seguito dell’aggressione.

Attenzione: il contenuto del video potrebbe urtare la vostra sensibilità

Posted by Misbel Borjas on Thursday, July 5, 2018

La famiglia Rodriguez ha avviato una campagna di raccolta fondi su GoFundMe per coprire le spese mediche necessarie all’anziano. Sono già stati raccolti 188.424 dollari.

“Siamo preoccupati”, ha detto il vice sceriffo D’Angelo Robinson alla Cnn, “Era presente anche una bambina di circa 4 anni: non possiamo permetterci che questo genere di persone girino liberamente per strada”.

Rodriguez dice di essere partito da Michoacan, in Messico, per andare a trovare il nipote. “Vogliamo giustizia per nostro nonno”, ha detto il nipote del 91enne.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Conflitto tra Israele e Hamas: "I bambini di Gaza a pagano il prezzo più alto: 9 morti e 43 feriti"
Esteri / La campagna del governo cinese per impedire alle donne musulmane dello Xinjiang di avere figli
Esteri / Per la prima volta una donna alla guida del Washington Post: la nuova direttrice è Sally Bazbee
Ti potrebbe interessare
Esteri / Conflitto tra Israele e Hamas: "I bambini di Gaza a pagano il prezzo più alto: 9 morti e 43 feriti"
Esteri / La campagna del governo cinese per impedire alle donne musulmane dello Xinjiang di avere figli
Esteri / Per la prima volta una donna alla guida del Washington Post: la nuova direttrice è Sally Bazbee
Esteri / Cipro, peschereccio italiano speronato da barche turche
Esteri / L’Lsd sarà legale negli Usa: “Può curare malattie mentali gravi”
Esteri / India, dal fiume Gange riaffiorano cadaveri: “Sono vittime del Covid”
Esteri / Spari e studenti in fuga dalle finestre: il video della strage nella scuola di Kazan
Esteri / Sparatoria in una scuola in Russia: almeno otto vittime
Esteri / In Colombia la polizia sta massacrando le popolazioni indigene che protestano contro il governo
Esteri / Gaza brucia ancora, pioggia di bombe nella notte: “Muoiono anche i bambini”