Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Un giornalista messicano è stato ucciso per le sue inchieste sul narcotraffico

Immagine di copertina

Javier Valdez indagava da anni sul traffico di droga nello stato di Sinaloa dove è attivo il cartello di El Chapo

I giornalisti messicani protestano contro l’uccisione di Javier Valdez, il reporter del quotidiano messicano La Jornada che indagava sul narcotraffico nello stato di Sinaloa. L’area è quella in cui operava il famoso boss della droga, El Chapo.

L’agguato è avvenuto il 16 maggio nella città di Culiacan dove il giornalista aveva fondato una rivista, Riodoce, particolarmente attenta alle vicende dei narcotrafficanti. Valdez è stato assassinato nei pressi della sede della rivista dalla quale era appena uscito per tornare a casa.

Si tratta del sesto assassinio di giornalisti dall’inizio del 2017 in Messico. Nel mese di marzo aveva perso la vita anche Miroslava Breach, impegnata in inchieste su corruzione, traffico di droga e criminalità organizzata.

Dopo la morte della collega, Valdez aveva invitato i giornalisti messicani alla resistenza. 

Il cartello della droga sul quale indagavano i giornalisti assassinati controlla il 25 per cento delle sostanze stupefacenti che dal Messico arrivano negli Stati Uniti. Il presidente messicano Enrique Peña Nieto ha condannato i delitti e si è impegnato per continuare a garantire la libertà di stampa nel paese.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Esteri / Papa Francesco: “La morte va accolta, non somministrata”
Esteri / Studente italiano ucciso a New York, ferito anche un altro connazionale. Arrestato l'aggressore
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Esteri / Papa Francesco: “La morte va accolta, non somministrata”
Esteri / Studente italiano ucciso a New York, ferito anche un altro connazionale. Arrestato l'aggressore
Esteri / L’addio commosso di Angela Merkel: “Grazie per la fiducia”
Esteri / Copenaghen, 31 persone trascorrono la notte nel negozio Ikea isolato dalla neve
Esteri / Un quiz per scoprire quanto ne sai sull’Hiv (e smontare le false credenze)
Esteri / India, i bambini muoiono per lo smog. Un decesso su dieci sotto i cinque anni è per l’inquinamento
Esteri / Dalla Francia a Israele: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre